Ultime Notizie
HomePosts Tagged "featured" (Page 14)

Regionali, comuni e province puntano sui contribuenti, per far quadrare i conti dei bilanci. In un anno le imposte delle amministrazioni sono aumentate di 9,2 miliardi, arrivando a un totale di 182,9 mld (+5%). E dire che sembrava iniziato un trend positivo, di riduzione delle tasse locali, partito nel 2008 e proseguito l’anno successivo. Ma già nel 2010 l’imposizione è tornata a salire e l’anno successivo la tendenza è stata confermata con ulteriori incrementi.

Il governo si dimentica di nuovo dell’Abruzzo e lascia a secco i comuni della regione che hanno anticipato milioni di euro per l’emergenza neve del febbraio 2012 mentre stanzia risorse per Marche ed Emilia-Romagna con un decreto che è stato firmato oggi per la ripartizione di altri 105 milioni di euro da erogarsi nel triennio 2013-2015 in favore delle Regioni colpite da una serie di calamità naturali negli anni precedenti.

A 5 mesi dalla chiusura del bando del Microcredito Regionale per un importo di oltre 7 milioni di euro che doveva essere una boccata di ossigeno per tutta la piccola e media impresa dei vari settori commercio, turismo e artigianato abruzzese, ancora nulla è dato sapere sull’iter di tale iniziativa e quanto ancora gli operatori economici interessati debbano aspettare per avere tali finanziamenti”.

Non c’è solo l’arretrato “monstre” di quasi 80 miliardi della Pubblica amministrazione ad appesantire la crisi di liquidità delle imprese. Numerose aziende infatti sono in attesa – molte anche da quattro anni – di ricevere i fondi stanziati dal programma Industria 2015. Con un’aggravante non di poco conto: chi ha azzardato l’anticipo bancario su quanto doveva percepire dal programma del ministero dello Sviluppo economico, oggi rischia la richiesta di rientro immediato.

Sul BURAT del 16 maggio 2012 e’ stato pubblicato un Bando comunitario POR FESR, con una dotazione di 4 milioni di euro, finalizzato ad individuare cinque poli d’innovazione che vanno ad aggiungersi agli otto gia’ individuati in precedenza. “Il forte ritardo che accompagna l’individuazione dei nuovi poli – ha spiegato il vice presidente della Regione ed assessore allo Sviluppo Economico