Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaSulmona. Chiude la Polizia Ferroviaria nonostante sia nel secondo scalo ferroviario regionale

Sulmona. Chiude la Polizia Ferroviaria nonostante sia nel secondo scalo ferroviario regionale

Presentate, come richiesto, le osservazioni del sindacato di polizia Coisp contro la chiusura dei Posti Polfer di Macomer (Nuoro), Sondrio e Sulmona. “Ci saremmo aspettati che l’Amministrazione avesse sottolineato una oggettiva inutilita’ degli Uffici in argomento ed allora si’ che avremmo potuto valutare di condividere una qualche chiusura – sottolinea la segreteria provinciale aquilana del Coisp -sempre che gli elementi concreti che ci fossero stati forniti avessero confermato l’inopportunita’ di mantenere i citati Posti Polfer. Qui invece – continua il sindacato – si sta parlando di chiudere degli Uffici per il semplice fatto che l’Amministrazione non ha provveduto ad adeguarne l’organico ogni qualvolta vi e’ stata qualche defezione (trasferimento ad altra sede/ufficio, quiescenza, etc..) fino a farlo divenire esiguo e non certo perche’ detti Uffici non sarebbero utili a garantire quella sicurezza che la Polizia di Stato dovrebbe offrire ai cittadini, ivi compresi coloro che utilizzano il trasporto ferroviario”. Netta e’ poi la contrarieta’ del Coisp alla chiusura del Posto Polfer di Sulmona per i motivi piu’ volte evidenziati, dall’essere il secondo scalo ferroviario in Abruzzo alla costante attivita’ di prevenzione e repressione dei reati in ambito ferroviario posta in essere dal personale della Polfer. E’ stata sottolineata, tra l’altro, la presenza nel territorio Peligno del Supercarcere e che togliere un presidio di Polizia e’ certamente un “favore” fatto alla criminalita’. Per scongiurare tale evenienza il Coisp ha chiesto al Ministero l’apertura di un “tavolo di confronto” per discutere della chiusura del Posto Polfer di Sulmona nella consapevolezza dell’importanza del citato posto Polfer e per chiedere, invece, un ripianamento dell’organico di Polizia al fine di consentire allo scalo peligno di mantenere la sicurezza che si merita. “Chi puo’ – afferma infine il Coordinamnto per l’indipendenza sindacale delle forze di polizia – alzi la ‘voce’ e si unisca al Coisp – la difesa della sicurezza dei cittadini e’ la nostra priorita’”.

Print Friendly, PDF & Email