Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraSpoltore. Rischio idrogeologico: 375 mila euro per interventi preventivi

Spoltore. Rischio idrogeologico: 375 mila euro per interventi preventivi

Approvato, nella seduta odierna della giunta comunale, il progetto preliminare finalizzato al consolidamento e messa in sicurezza del Centro abitato di Spoltore, per cui la Regione, su richiesta del Comune, ha dato il via libera ad un finanziamento pari a 375 mila euro.
Il progetto preliminare ha come obiettivo principale la riduzione del rischio idrogeologico in corrispondenza, in particolare, di via del Castello nel versante nord del centro cittadino, storicamente esposta a rischio di smottamenti e frane, un rischio reso più alto anche in seguito alle abbondanti piogge di questo inverno.

«Si tratta di interventi», ha spiegato il sindaco Luciano Di Lorito, «che vanno a completare i lavori di consolidamento risalenti ad una quindicina di anni fa. Il rischio idrogeologico è aumentato dopo l’alluvione del 2013 e le abbondanti piogge invernali. Abbiamo chiesto un finanziamento alla Regione perché i bilanci comunali, purtroppo, sono sempre più leggeri. Dopo la risposta positiva ci siamo da subito attivati per accelerare le pratiche. Oggi abbiamo approvato il progetto preliminare che sarà inviato agli uffici regionali di competenza, al fine di procedere poi con i passi successivi e previsti dalla legge: dal progetto definitivo, all’esecutivo con tutte le procedure di assegnazione dei lavori. Inoltre, siamo già al lavoro al fine di raddoppiare la viabilità ed i parcheggi di via del Castello e di via del Mulino. Completare il ciclo di interventi di consolidamento del centro cittadino è un obiettivo storico ed importante che noi vogliamo offrire agli spoltoresi che lo attendo da molti anni».
Le opere previste sono la realizzazione di un muro di contenimento su pali, di un muro di contenimento su micropali e di un gabbione in pietrame. Sono previsti anche opere ausiliarie di regimentazione idraulica ed impermeabilizzazione stradale al fine di controllare i deflussi meteorici.

Print Friendly, PDF & Email