Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaSirente – Velino. Alla scoperta della Valle Roveto e dei suoi sapori con il GAL

Sirente – Velino. Alla scoperta della Valle Roveto e dei suoi sapori con il GAL

20151031_131707Il modo migliore per far apprezzare un territorio è percorrerlo, sentendo da vicino i profumi, vivendo i luoghi, percependone le sfumature di colori, conoscerne la storia e, non da sottovalutare, gustandone i sapori.
E così sabato 31 ottobre, un gruppo di operatori di Roma e dintorni, è stato ospite di un cicerone d’eccezione, quell’Antonello Egizi che a Balsorano ha tirato su il suo punto di cura dei formaggi abruzzesi. Antonello è un affinatore di formaggi conosciuto in tutta Italia e i suoi ‘prodotti’ sono la sintesi di lunghi anni di sperimentazioni gastronomiche. Ma andiamo con ordine.
Nella terra della ‘Roscetta’ e della ‘Monicella’, dopo una visita guidata al castello Piccolomini di Balsorano, un’immersione nella natura presso la Riserva di Zompo Lo Schioppo a Morino e un salto indietro di un secolo a Civita d’Antino, proprio là dove i pittori danesi hanno lasciato tracce indelebili, il gruppo è arrivato presso la Galleria del Gusto di Avezzano dove ha trovato ad accoglierlo la chef marsicana Lucia Tellone (di ritorno dal lavoro col team Cracco), Carlo Rossi, Vice Presidente del GAL Gran Sasso Velino, e la Guida del Gusto Stefano Calabrese.
Dopo una breve introduzione sulle peculiarità del territorio e sulla funzione del GAL, è iniziata una vera e propria girandola di sapori. Infatti, mentre la giovane cuoca proponeva un menù confezionato con prodotti locali: da un’insolita insalata di farro ad una sfogliatina croccante con crema al rosmarino pera arrostita e ribes, passando per un risottino alla melanzana affumicata e uno stufato di manzo ai sapori del nostro orto autunnale, Antonello incuriosiva i commensali con le sue proposte golose.
Una selezione di formaggi di altissimo livello, che hanno avuto come protagonisti i tre latti che caratterizzano le nostre zone, pecora mucca e capra. I caprini freschi ai frutti di bosco e quelli con origano e pomodoro; i pecorini di Castel del Monte e di Farindola con affinature particolari; il caciocavallo dell’Altipiano delle Rocche e, per finire, due erborinati, uno ai frutti di bosco e l’altro allo zafferano.
Insomma, una giornata che i nostri ospiti non dimenticheranno facilmente e per cui è valsa la pena fare qualche centinaio di chilometri.
E così la pensa anche Bruno Petrei, Presidente del GAL Gran Sasso Velino: “Un sabato passato in giro nei nostri territori e seduti tra i tavoli della Galleria del Gusto, dà l’idea che la nostra opera di sollecitazione inizia a dare i frutti sperati. Le nostre zone hanno ricchezze che sono in attesa di essere scoperte e valorizzate e grazie anche a queste iniziative hanno una buona visibilità. La Galleria del Gusto è il luogo deputato a coniugare sapori e sapere e, per questo, invitiamo tutti coloro che intendono farsi apprezzare e far conoscere le nostre terre di farsi avanti, perché noi, come GAL, ci metteremo a disposizione.”

Print Friendly, PDF & Email