Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'industrialeSGRAVI, DIALOGO SI MA CON I FATTI

SGRAVI, DIALOGO SI MA CON I FATTI

di PIETRO BARABASCHI

 

Se errare è umano, perseverare è diabolico.

E sembra proprio che l’attuale Governo intenda perseverare nel resuscitare un decreto, il Mastella, emanato in seguito ad un errore di valutazione, errore riconosciuto da ben due pronunciamenti della giustizia amministrativa che hanno annullato quel provvedimento a tutti gli effetti.

Non credo di sbagliare nel ritenere un comportamento del genere come manifestazione di insensibilità alle regole, di indifferenza al contenuto delle prescrizioni giudiziali, di puro autoritarismo. E credo ancora di non sbagliare nel ritenere che noi imprenditori in nulla abbiamo mancato.

Siamo stati disponibili ad ogni trattativa, abbiamo dimostrato, nonostante tutto, di essere sempre aperti a qualunque confronto, purché costruttivo.

Ma i risultati non ci sono stati. Anzi, i nostri amministratori ci hanno illuso tutte le volte in cui si sono dichiarati disponibili a possibili soluzioni perché, nei fatti, tutto è rimasto fermo con insormontabile rigidità ed immobilismo.

Mi verrebbe da dire che questo Governo non dice il vero. Non dice il vero quando ci invita a tavoli di concertazione, non dice il vero quando ci coinvolge in dibattiti e incontri. Mente perché la soluzione politica, da noi mai esclusa, anzi, caldeggiata, poteva essere a portata di mano. E, invece, siamo esattamente come all’inizio, nel porto delle nebbie di due anni fa. 

Perché la questione delle quote latte non si è arenata di fronte al problema delle sanzioni Ue? Forse chi urla di più è il più forte? Dovevamo intraprendere una guerra di crociata, alzare le barricate?

Mi piace il confronto, e lo ritengo costruttivo anche quando è duro, ma non credo alle manifestazioni di inciviltà. A queste nessuno potrà costringerci. Percorreremo la strada della liceità fino in fondo e, senza perdere la calma né il buon gusto, resteremo disponibili al dialogo ma, contemporaneamente, in attesa del pronunciamennto della Giustizia Amministrativa alla quale ci rimetteremo integralmente. Fermamente convinti che la giustizia sia una sola, senza orpelli, finzioni e… troppe chiacchiere.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi