Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaS. Pio delle Camere. Zafferano: gli arabi rapiti dall’oro rosso. All’Expo delegazione Emirati fa incetta di zafferano prodotto da azienda aquilana.

S. Pio delle Camere. Zafferano: gli arabi rapiti dall’oro rosso. All’Expo delegazione Emirati fa incetta di zafferano prodotto da azienda aquilana.

Che lo zafferano sia l’oro rosso d’Abruzzo lo sanno bene gli arabi. E lo hanno dimostrato oggi pomeriggio a Milano, letteralmente “svaligiando” l’azienda I Sapori della terra di Massimiliano Aloisio, di San Pio delle Camere, che era tra le aziende agricole presenti in Expo nel padiglione di Coldiretti dedicato all’Abruzzo da oggi fino a domenica 5 luglio. Il produttore aquilano ha letteralmente “sbancato” il suo stand dopo la visita di una delegazione proveniente dagli Emirati Arabi Uniti che, non solo si è intrattenuta ad ascoltare la storia di questa spezia dai mille pregi, ma ha anche acquistato tutte le confezioni esposte in Expo. “Non un semplice colpo di fortuna” è stato il commento di Alberto Bertinelli, direttore di Coldiretti Abruzzo “ma il segno tangibile di come l’Expo possa diventare una grande occasione anche per piccoli produttori di eccellenze. E’ anche questo l’Abruzzo che, in questa settimana di promozione, vogliamo esportare in tutto il mondo”. Una bella notizia che arriva al termine di una giornata dedicata interamente alla spezia aquilana per eccellenza. Proprio questa mattina, nel padiglione di Coldiretti, sul Cardo, era stato firmato il protocollo di intesa tra Coldiretti Abruzzo e L’associazione Le vie dello zafferano per la diffusione e la valorizzazione di questo prodotto tra le giovani generazioni.
Ma facciamo un passo indietro e ripercorriamo la giornata in cui, all’Expo, lo zafferano è stato assoluto protagonista.
E’ stata la spezia più pregiata e affascinante, lo zafferano, ad aprire questa mattina la settimana dell’Abruzzo all’interno del Palazzo Coldiretti in Expo a Milano. Ad introdurre i sette giorni dedicati alle produzioni regionali e intitolati #exportiamoabruzzo, è stato l’accordo programmatico per favorire l’accesso dei giovani alla Banca dello zafferano, promossa dall’associazione Le vie dello zafferano con lo scopo di rilanciare la coltivazione del crocus sativus. Presenti all’evento, il direttore di Coldiretti Abruzzo Alberto Bertinelli, il presidente dell’associazione Le vie dello zafferano Nicola Ursini e due membri del direttivo, Roberta Di Paolo e Ettore Gentile giunti a Milano per promuovere l’iniziativa “Il progetto – ha spiegato Ursini – consiste nella singolare idea di distribuire bulbi a titolo di prestito d’onore a nuovi coltivatori con la finalità di rendere meno oneroso l’avvio di nuovi insediamenti e incentivare le imprese giovanili rilanciando di fatto la produzione di zafferano, con un riferimento particolare alla Dop Zafferano dell’Aquila”. Un’idea innovativa da cui è scaturito subito il plauso di Coldiretti e l’impegno sugellato oggi per la divulgazione e la promozione della banca tra i giovani agricoltori aquilani. “Un atto doveroso in considerazione dell’importanza che riveste questa spezia per la nostra regione e che assume un significato speciale per il contesto in cui ci troviamo – ha evidenziato il direttore regionale di Coldiretti Alberto Bertinelli – Parlare dello zafferano all’interno di Expo vuol dire far conoscere questo prodotto in tutto il mondo, in un percorso di promozione che deve continuare anche alla fine dell’esposizione milanese con l’impegno di tutti i soggetti preposti alla valorizzazione del territorio”.
Una eccellenza di primaria importanza prodotta in Abruzzo in piccole ma preziose quantità: basti pensare che per un Kg di zafferano occorrono circa 200mila fiori e 500 ore di lavoro e che la raccolta dei fiori può avvenire per massimo 20 giorni tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre in un’area di produzione che comprende, in Provincia dell’Aquila, principalmente i territori dei comuni di Barisciano, Caporciano, Fagnano Alto, Fontecchio, L’Aquila, Molina Aterno, Navelli, Poggio Picenze, Prata d’Ansidonia, San Demetrio nei Vestini, S. Pio delle Camere, Tione degli Abruzzi, Villa S.Angelo (altre interessanti esperienze di coltivazione, con risultati di qualità eccellente, sono in corso nella Marsica, in Val di Sangro e in altre aree pedemontane d’Abruzzo, dove lo zafferano viene riscoperto come una valida alternativa all’abbandono di terreni altrimenti marginali).
A fare da cornice all’accordo tra Coldiretti Abruzzo e Le vie dello zafferano è stata la visita nel padiglione del presidente nazionale di Coldiretti Roberto Moncalvo e dei dirigenti diKYOCERA Document Solutions Italia che, leader nelle soluzioni documentali per l’ufficio, nell’ambito della partnership con la Confederazione Nazionale Coldiretti, ha sponsorizzato l’Albero della Vita di Expo 2015, emblema dell’Esposizione Universale di Milano. Ai dirigenti della società giapponese, che si sono interessati subito alla preziosa spezia, è stata donata come segno di amicizia e ospitalità una confezione di zafferano aquilano.

Print Friendly, PDF & Email