Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoRoseto, comitati: “ripensare a riperimetrazione Borsacchio”

Roseto, comitati: “ripensare a riperimetrazione Borsacchio”

Una lettera aperta al presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, per chiedere un ripensamento in merito alla riperimetrazione della Riserva Naturale regionale del Borsacchio, in discussione in Consiglio regionale martedì prossimo, 19 giugno: a sottoscriverla sono Italia Nostra, Legambiente, Lipu, Wwf, Comitato Abruzzese per la Difesa dei Beni Comuni, Comitato Riserva Naturale regionale guidata Borsacchio. «La Deliberazione legislativa n.113/5 dell’8 maggio 2012 per ridurre la Riserva – scrivono -, tagliandone addirittura 2/3 di fascia costiera e una parte della pineta litoranea Mazzarosa, con le foci del Tordino e del Borsacchio, tornerà all’esame del Consiglio, dopo le tante bugie di chi ha negato che quella proposta costituisse una riduzione dell’area protetta di 40 ettari (da 1.187,67 a 1.148) e dopo la bocciatura della stessa Legge da parte del Collegio regionale per le garanzie statutarie (bocciatura mai ricordata nella storia legislativa abruzzese)». La popolazione abruzzese, ricordano le associazioni, «non vuole la riperimetrazione. Non la vogliono gli studenti. Non la chiedono le associazioni di categoria. Eppure nel corso della seduta dell’8 maggio scorso – proseguono rivolgendosi a Chiodi – anche lei, presidente, ha votato per far ridurre l’unica riserva regionale presente sulla costa teramana. Perchè tanta ostinazione nel far passare la riduzione/devastazione di una Riserva naturale?». Al presidente Chiodi chiedono se sia «certo di aver fatto gli interessi della collettività» in merito alla riserva naturale. «È ancora in tempo per recuperare – concludono le associazioni ambientaliste – pronunciando una parola decisiva in proposito. Da mercoledì prossimo non sarà più possibile. E nessuno potrà pensare che lei non sia fortemente e consapevolmente corresponsabile». 

Print Friendly, PDF & Email