Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaRifiuti: AATO prorogate al 31 marzo

Rifiuti: AATO prorogate al 31 marzo

Il Ministero dell’Ambiente concede ulteriore tempo all’Anci per riorganizzare la governance per il settore idrico e della gestione dei rifiuti.
“Apprendiamo con soddisfazione della richiesta del Ministero dell’Ambiente, avanzata agli altri esponenti del Governo, che ci auguriamo venga portata a compimento, per una proroga del termine attualmente fissato al 31 marzo

 

per la scadenza delle Autorità d’Ambito Territoriale (AATO)”. Lo afferma Filippo Bernocchi, vicepresidente Anci, secondo il quale “il Ministero ha evidentemente compreso le forti preoccupazioni segnalate dall’Associazione dei Comuni e dalle regioni nelle scorse settimane e la necessità di concedere un ulteriore periodo di tempo indispensabile per un equilibrato riassetto della governance per il settore idrico e della gestione dei rifiuti”.
“Ciò che preoccupa maggiormente – aggiunge Giorgio Galvagno, Delegato Anci ai Servizi Pubblici Locali – è la previsione di nullità di ogni atto delle succitate AATO compiuto in data successiva al termine del 31 marzo; ciò significherebbe, per altro, che nel caso in cui le Regioni non legiferino o fino a quando non si andrà a regime rispetto alle previsioni regionali, verrebbe a mancare il soggetto preposto al controllo sulla qualità dei servizi erogati dal gestore e al rispetto dei parametri dei contratti di servizio, soprattutto in relazione a tariffe ed  investimenti”.
I rappresentanti di Anci rilevano che “la  richiesta di proroga risulta oltretutto coerente con l’imminente istituzione presso la Conferenza Unificata di un tavolo istituzionale di confronto fra regioni, enti locali e Governo, chiesto da Anci e Regioni, per condividere i criteri minimi di riferimento per le norme regionali, che dovranno essere definite – concludono – nel rispetto del ruolo dei Comuni e in maniera tale da evitare contenziosi”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi