Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'industrialeRicerca ed Innovazione: eccellere per rivitalizzare e sviluppare il territorio

Ricerca ed Innovazione: eccellere per rivitalizzare e sviluppare il territorio

Lo scorso 12 ottobre si è svolto – presso l’Aula Magna della Facoltà di Ingegneria dell’Università degli studi dell’Aquila a Monteluco di Roio – un Workshop dal titolo “ Università & Impresa: tra tecnologia e finanza” organizzato dalla Provincia dell’Aquila. Riportiamo qui di seguito una sintesi dell’intervento  del coordinatore dello Sportello imprese Ing. Pietro Pastorelli  a due anni dall’avvio dell’attività dello Sportello stesso.

 

All’inizio del 2002, avendo constatato che:

  • L’antico modello di sviluppo era in declino;
  • L’economia locale era in crisi profonda;
  • Era necessario porsi nuovi obiettivi ed utilizzare nuovi strumenti per rivitalizzare l’economia del territorio;

ci siamo posti la domanda: “Che fare? “.

Nell’estate successiva, come conseguenza delle risposte a questa domanda avute da  illustri personalità del mondo accademico e dell’imprese, nei locali e con le apparecchiature elettroniche messe a disposizione dalla Facoltà di Ingegneria , grazie all’impegno di alcuni volontari, ha iniziato ad operare lo Sportello imprese.

La scelta della sede non è stata casuale: infatti nello scenario competitivo attuale, caratterizzato da una velocità di cambiamenti mai conosciuta prima, l’attenzione si è posta necessariamente sull’innovazione, sia essa tecnologica, di prodotto, di servizio o di sistema ed il principale motore dell’innovazione, che è la  ricerca, ha la sua sede tradizionale e privilegiata nell’Università.

Promuovere la conoscenza, l’innovazione tecnologica e la nascita di nuove imprese sono stati gli obiettivi fissati per lo Sportello che si è posto come un ponte tra l’Università e le Imprese nella coscienza che la vera ricchezza delle aziende non è più rappresentata dai macchinari  o dai capitali finanziari ma dal capitale intellettuale: la possibilità di successo è oggi più che mai  legata strettamente al capitale intangibile presente in azienda.

Nelle imprese di minori dimensioni, specialmente nei settori a medio-bassa tecnologia, l’innovazione è un processo differenziato e complesso, che raramente si traduce in attività strutturate.

In molte esiste certamente un problema di insufficiente attenzione all’innovazione tecnologica e di una conseguente gestione della tecnologia spesso troppo approssimativa.

Sono aziende che fino ad oggi hanno beneficiato della lentezza con cui si è mosso il cambiamento tecnologico e il mercato, ma che potrebbero incontrare, o stanno già incontrando, notevoli problemi ad affrontare l’accelerazione della tecnologia e l’intensificarsi della concorrenza. Molte imprese  si trovano su un’immaginaria linea di confine tra l’ingresso  in un circolo virtuoso fatto di una gestione più efficiente e più strutturata della tecnologia  e la permanenza di processi inerziali e di conservazione che le potrebbero condannare ad un declino più o meno lento.

Se la domanda esplicita di innovazione è relativamente bassa, esiste quindi una consistente domanda latente, che non necessariamente promette di evolvere verso una maggiore consapevolezza delle proprie necessità e delle opportunità disponibili.

Solo in alcuni casi queste imprese collaborano con strutture universitarie e di ricerca pubblica. D’altro canto raramente esse sono in grado di formulare richieste esplicite di collaborazione in progetti di ricerca o di valutare l’applicabilità di ricerche più lontane dal mercato.

Alla luce di quanto sopra lo Sportello ha promosso:

  • La diffusione della conoscenza;
  • i trasferimenti tecnologici;

 

 

  • lo sviluppo di nuove imprese e nuovi prodotti;

 

 

  • la formazione e l’orientamento al lavoro facendo conoscere ai giovani che cosa si aspettano da loro le aziende.

 

 

L’Aquila si caratterizza per la presenza sul territorio di notevoli strutture formative e di ricerca , per un ridotto utilizzo locale del personale formato, per la scarsa imprenditorialità nei settori tecnologici avanzati. Occorre, quindi,

L’aquila si caratterizza per un territorio con notevoli strutture formative e di ricerca ma con uno scarso utilizzo del personale formato e la scarsa imprenditorialità nei settori tecnologici avanzati.

Per rimuovere le carenze del territorio bisogna operare con la P. A. per attivare molteplici strumenti appositamente orientati a facilitare la formazione di una pratica diffusa e sistematica dell’innovazione nelle imprese di minori dimensioni e indirizzare le attuali strutture per il trasferimento tecnologico verso le necessità di queste imprese. Aumentare le competenze manageriali, acquisire capitale umano, essere integrate in reti, trasformare la propria domanda latente di innovazione in domanda esplicita: l’efficacia delle politiche per favorire l’innovazione nelle piccole imprese dovrà essere misurata in base alla capacità di rispondere a queste esigenze.

I progetti, per cui lo Sportello imprese offre la sua più completa disponibilità, potrebbero essere proposti da strutture territoriali provinciali e/o regionali. Si avrebbe in questo modo il rafforzamento del nodo regionale della Rete dell’Innovazione.

I progetti regionali potrebbero essere collegati in un multiregionale che coinvolga altri territori sulla base di affinità di interessi e di attività proposte.

Le attività dei progetti potrebbero riguardare sia azioni orizzontali, quali informazione e diffusione, sia aspetti verticali legati a specifici settori produttivi. Potrebbero inoltre essere individuati temi trasversali, quali ad esempio e-learning, ambiente e/o qualità.

Questi, concordati con i responsabili regionali degli assessorati alla ricerca ed all’industria, potrebbero rispondere a specifici bisogni da soddisfare nell’ambito dei programmi regionali (sia di informazione che di assistenza).

 

La cultura dell’eccellenza è oggi l’unica garanzia per poter avere un futuro.

Eccellere vuol dire essere sempre alla frontiera della conoscenza.

Per questo bisogna promuovere dei programmi che spingano le aziende a gestire sempre meglio il proprio sviluppo tecnologico aiutandole a:

•Conoscere lo stato dell’arte nel proprio settore;

•Essere informate sulle ricerche in corso;

•Saper valutare quali beni intellettuali acquistare;

•Imparare a proteggere le proprietà intellettuali .

 

Lo Sportello è sempre disponibile per aiutare gli Imprenditori a raggiungere i centri di ricerca ed innovazione presenti sul nostro territorio ed ad attivare rapporti di collaborazione con altre strutture produttive.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi