Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoRegione. Confindustria Abruzzo: Ballone all’unanimità nuovo presidente

Regione. Confindustria Abruzzo: Ballone all’unanimità nuovo presidente

Agostino Ballone è il nuovo presidente di Confindustria Abruzzo. L’elezione, all’unanimità e per acclamazione, è avvenuta nel corso della riunione della Giunta di Confindustria Abruzzo, tenutasi oggi a L’Aquila. Nella riunione del massimo organismo degli industriali abruzzesi erano presenti, tra gli altri, i presidenti delle Confindustrie territoriali di Chieti Pescara, L’Aquila e Teramo, della Piccola Industria, dei Giovani Imprenditori, dell’Ance Abruzzo. Agostino Ballone, 62 anni, nato a Pescara e residente a Teramo, sposato, padre di una figlia, è presidente e amministratore delegato della società Baltour, società di autolinee leader in Italia nel settore delle linee intercity con una rete che si articola in 17 regioni italiane, 23 nazioni europee con oltre cinquecento destinazioni collegate. Oggi il Gruppo Baltour è una delle più importanti realtà industriali abruzzesi, ha un organico di 210 dipendenti e un fatturato annuo di oltre 35 milioni di euro e sedi operative a Teramo, Pescara, Avezzano, Roma, Napoli, Bologna, Milano, Torino. Sempre nell’ambito societario, vi è una divisione turistica con Agenzie di viaggio a Teramo e Pescara e una residenza Turistica alberghiera a Giulianova. Tra le altre attività, il Presidente Ballone è: Co-fondatore della IBUS srl, network che raggruppa 10 compagnie di autolinee e che detiene una capillare rete commerciale per le imprese rappresentate con un volume di transazioni superiore a 20 Milioni di euro, con sede a Roma di cui ricopre l’incarico di amministratore delegato; consigliere d’amministrazione del Consorzio Trasporti Intermodali che raggruppa, oltre alla Baltour, primarie società abruzzesi (La Panoramica di Chieti e la Di Fonzo di Vasto); consigliere d’amministrazione della Intercredit confidi imprese e lavoro autonomo di Teramo. Il nuovo presidente di Confindustria Abruzzo vanta inoltre una notevole esperienza anche all’interno dell’Organizzazione imprenditoriale, avendo già ricoperto importanti cariche associative all’interno di Confindustria Teramo di cui è attualmente vice presidente. E’ inoltre impegnato nella rappresentanza associativa Anav (Associazione nazionale Autoservizi Viaggiatori), aderente a Confindustria, fin dal 1980 con l’incarico di consigliere regionale e nazionale. All’atto della sua nomina Ballone ha tracciato alcune linee che caratterizzeranno il suo mandato, evidenziando innanzitutto, sul piano organizzativo, l’impegno a voler lavorare celermente ad un processo riorganizzativo di Confindustria Abruzzo, teso alla costituzione di una unica Confindustria regionale, in una logica di efficientamento e di razionalizzazione delle competenze e dei servizi che renda la massima Organizzazione delle Imprese quanto più attrezzata e idonea per affrontare le difficili sfide che attendono il sistema economico e sociale regionale. In tal senso Confindustria Abruzzo dovrà riaffermare il suo ruolo autorevole sui temi della politica economica e occupazionale della regione, anche attraverso un’azione di implementazione del confronto con tutte le espressioni istituzionali, politiche, sociali e culturali regionali, per la l’individuazione e la soluzione di tutti quei problemi che impediscono o ritardano, crescita produttiva, investimenti, occupazione. Nel metodo, quindi, la proposta di definire un apposito e adeguato luogo di confronto in cui poter dibattere e condividere con la Regione e le altre espressioni sociali le scelte fondamentali di politica economica regionale. Nel merito, il richiamo ad una programmazione regionale realmente attenta alle istanze provenienti dal mondo imprenditoriale e civile e capace di incidere sull’ampliamento e il rafforzamento della base produttiva, e quindi dei livelli occupazionali. “La situazione determinata dalla perdurante e devastante crisi economica, e da altre cause ambientali e propri della regione Abruzzo, quali il sisma del 2009 – ha evidenziato il neo presidente – impongono rapidità di interventi e grande responsabilità nell’immediata definizione degli interventi e urgenza di attuazione su fattori di sviluppo quali la capacità di utilizzo e di spesa dei fondi europei, ricerca e innovazione, internazionalizzazione, credito e capitalizzazione delle Pmi, semplificazione amministrativa, potenziamento della dotazione infrastrutturale ed energetica, valorizzazione delle risorse umane ed ambientali, turismo, valorizzazione ambientale territoriale“. Agostino Ballone succede a Mauro Angelucci che termina il suo mandato per scadenza dei termini statutari: a lui sono andati i sentiti ringraziamenti per quanto fatto nello svolgimento dell’incarico.

Print Friendly, PDF & Email