Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoRegione. Cams e Wwf, “favorire mobilità sostenibile e cicloturismo con trasporto gratuito bici su treni”

Regione. Cams e Wwf, “favorire mobilità sostenibile e cicloturismo con trasporto gratuito bici su treni”

In una nota inviata oggi al Governatore D’Alfonso, alla Giunta e al Consiglio Regionale, il Coordinamento Abruzzese Mobilità Sostenibile insieme al Wwf, nel prendere atto della creazione della nuova società di trasporto pubblico locale abruzzese, chiede alla Regione Abruzzo di impegnarsi per attivare l’intermodalità tra bicicletta e trasporto pubblico, in particolare riprendendo, all’interno del nuovo contratto di servizio con Trenitalia, il discorso del trasporto gratuito delle biciclette sui treni. “Nella precedente legislazione regionale – sottolinea il Cams – erano stati stanziati 30.000 euro ed era stato deliberata la bozza di accordo con Trenitalia per far viaggiare gratuitamente, in ambito regionale, le biciclette a bordo dei treni. Tale accordo, che ebbe rilevanza nazionale, concretamente non vide mai la luce, anche perché presentava alcune criticità mai risolte”. “L’occasione di una nuova società regionale – continua il Coordinamento – che comprende sia il trasporto su gomma che su ferro e la necessità di rinnovare il contratto di servizio per il trasporto ferroviario regionale, costituiscono un’occasione unica per far si che la nostra Regione si adegui agli standard di altre amministrazioni regionali, favorendo così la mobilità sostenibile e il cicloturismo“.

La nota completa

Gentile Governatore e gentili componenti della Giunta Regionale, leggiamo dai media regionali della nascita della società Trasporto Unico Abruzzese (T.U.A.), fusione delle precedenti società di trasporto pubblico ARPA, Sangritanta e GTM. L’occasione è utile per ribadire la necessità, in una Regione che vuole definirsi “veloce”, dell’importanza dell’intermodalità tra i mezzi del trasporto pubblico locale, su gomma e su ferro, e la cosiddetta mobilità dolce, in particolare con la mobilità ciclistica. Studi dell’Unione Europea sottolineano come lo sviluppo dell’utilizzo della bicicletta per gli spostamenti urbani ed il turismo può essere favorito unicamente con l’integrazione con altre forme di trasporto, principalmente quello su rotaia, e la nostra Regione, che tanto ha puntato sul cicloturismo, non può farsi sfuggire l’occasione di una riorganizzazione del suo sistema di TPL per implementare un nuovo ed efficace sistema di interscambio e integrazione tra due ruote a pedali e bus e treni, studiando anche efficienti sistemi di trasporto delle biciclette da parte dei vettori del trasporto pubblico. Altra opportunità per favorire l’integrazione tra trasporto pubblico locale e bicicletta è il Contratto di Servizio che questa Regione dovrà prossimamente stipulare con Trenitalia, occasione per riprendere il discorso del trasporto gratuito delle biciclette sui treni regionali, per il quale, con Legge Regionale n. 2 del 10 gennaio 2013, all’art. 31, fu stanziata la somma di euro 30.000, e con successiva Delibera di Giunta Regionale n. 340 del 06 maggio 2013, venne approvato lo schema di convenzione con Trenitalia, convenzione che, però, non è stata mai formalizzata. Il trasporto bici+treno potrebbe, sicuramente, completare il sistema della ciclabile costiera che si sta realizzando con il progetto “Bike to coast”, permettendo di integrare la rete ciclabile collegandola anche a territori non serviti da percorsi ciclabili. Confidando in un positivo riscontro alle richieste di cui sopra si rimane a disposizione per qualsiasi chiarimento e collaborazione anche attraverso il tavolo di lavoro per la mobilità ciclistica, istituito presso l’assessorato al cicloturismo, recentemente istituito.

Print Friendly, PDF & Email