Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'industrialePROGRAMMA DI INIZIATIVA COMUNITARIA PMI – Misura Abruzzo- Azione A

PROGRAMMA DI INIZIATIVA COMUNITARIA PMI – Misura Abruzzo- Azione A

<!– /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:””; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:”Times New Roman”; mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;} @page Section1 {size:612.0pt 792.0pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:36.0pt; mso-footer-margin:36.0pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} –>

a cura di ROSALIA MONTEFUSCO

di Eurobic Abruzzo e Molise

 

Decisione della Commissione delle Comunità Europee C ( 96 ) 1333 del 24. 06. 1996

Deliberazione CIPE dell’ 8. 08. 1996

Deliberazione della Giunta regionale d’ Abruzzo 4958/C del 27. 12. 1996

 

Lo scopo dell’iniziativa comunitaria PMI consiste nella predisposizione di misure e strumenti volti a favorire l’adattamento al mercato unico delle piccole e medie imprese ed il relativo innalzamento della competitività a livello internazionale.

In particolare si intendono rimuovere i fattori ostativi che condizionano la competitività delle imprese minori e rafforzare il reticolo di strutture e servizi che possono agevolare strategie di adattamento al nuovo scenario competitivo internazionale.

Infatti se la piccola dimensione garantisce il massimo della flessibilità e quindi una connaturata attitudine a seguire gli andamenti del mercato, esistono innumerevoli vincoli che condizionano le scelte e i comportamenti delle imprese minori.

La scarsa dotazione di risorse organizzative interne, il limitato accesso ai servizi specialistici esterni, il limitato spessore dell’innovazione, la debolezza della struttura finanziaria e la scarsa proiezione internazionale delle PMI, condizionano i comportamenti strategici delle imprese minori e le loro capacità di risposta alle sfide esterne.

L’EUROBIC ABRUZZO E MOLISE,  quale soggetto attuatore della Misura Abruzzo- Azione A, nell’ambito della Misura 7.2 del PIC-PMI intende promuovere una serie di attività, coordinate fra di loro, che favoriscano il processo di ” ristrutturazione” capace di posizionare le PMI abruzzesi nel mercato globale.

L’intervento dell’Eurobic, che ha l’obiettivo di sostenere il processo di internazionalizzazione delle imprese italiane ed in particolare dell’Abruzzo, si sostanzia nel fornire tutte le informazioni necessarie ad affrontare i mercati esteri o in alcuni casi a formare l’imprenditore alla cultura per l’export.

L’obiettivo che si intende raggiungere è il miglioramento della competitività delle PMI abruzzesi, che si traduce in un allargamento delle prospettive strategiche per il tramite di un’innovazione diffusa di prodotto e di processo nonché di nuove prospettive di mercato.

 

LE ATTIVITA’

Alla carente dotazione di risorse organizzative interne si abbina il problema di un limitato accesso delle imprese minori al terziario di mercato e a tale proposito EUROBIC ABRUZZO E MOLISE ha previsto una serie di attività di informazione e sensibilizzazione mirate a rafforzare l’orientamento strategico delle aziende ed a stimolare gli investimenti immateriali, che consentono di completare da una parte l’eccessiva propensione degli imprenditori a curare gli aspetti gestionali e la routine produttiva, e dall’altra, l’attenzione eccessivamente mirata all’elemento “hard” dell’innovazione.

Infatti, nell’attuale fase di competizione globale, nella sempre più accentuata dinamica tecnologica, la PMI rimane spesso esclusa dalle opportunità che questi due aspetti creano di continuo, in quanto la limitata dimensione aziendale non consente di poter strutturare strategie, investimenti ed interventi idonei alle mutazioni dei mercati e dei prodotti.

In questa prospettiva, si rende necessario, per quelle imprese di piccola e media dimensione, poter usufruire in forma agevolata di servizi ad elevata qualificazione in grado di poterle supportare nei processi di crescita, che sono in genere costituiti dalle combinazioni prodotto/mercato.

Nell’ottica esposta poco sopra, l’innovazione dei prodotti, nei comparti che formano l’ossatura industriale dell’Abruzzo, non si esplicita tanto nella creazione di nuovi prodotti, quanto nell’adattamento dei prodotti esistenti a logiche di consumo di altri mercati.

Si intende infatti rendere il programma il più possibile coerente con le esigenze delle PMI abruzzesi, dotandolo di quella flessibilità che consenta al soggetto attuatore di modulare e adattare gli interventi alle necessità emergenti identificate dalla singola impresa.

 

SERVIZI A SOSTEGNO DELL’INTERNAZIONALIZZAZIONE

L’offerta di servizi di seguito descritta si propone di promuovere, agevolare e sviluppare la presenza dei prodotti italiani sui mercati nazionali ed esteri, con particolare riguardo alle esigenze delle piccole e medie imprese e dei consorzi e raggruppamenti da esse costituiti.

L’obiettivo della misura è quello di sostenere il processo di internazionalizzazione delle imprese italiane promuovendo la collaborazione industriale e tecnologica internazionale. In particolare l’Eurobic svolgerà un’attività di informazione, assistenza, promozione e cooperazione internazionale per le aziende abruzzesi interessate a mercati esteri e per quelle straniere interessate a partner italiani.

Gli obiettivi specifici di questa azione sono:

– organizzare e offrire servizi operativi sul mercato nazionale ed internazionale al fine di assistere gli interessi economici, industriali e commerciali delle imprese nel reperire, impostare, sviluppare e portare a compimento iniziative imprenditoriali;

– mettere a disposizione delle imprese servizi operativi, sia in Italia che all’estero, combinati secondo procedure non standardizzate, ma aderenti alle esigenze della singola azienda;

– intendere tutte le attività e le iniziative imprenditoriali, come un contributo a far sì che l’economia di ogni Paese sia integrata in quella mondiale.

L’attività sarà svolta attraverso l’offerta di:

– servizi operativi

– servizi di consulenza

I servizi operativi costituiscono l’informazione di base utile all’avvio del processo di internazionalizzazione delle imprese. Per tali servizi, disponibili anche a mezzo collegamento telematico, l’azienda non sostiene costi. Per i servizi di consulenza si prevede il contributo minimo a carico delle aziende del 40%.

 

SERVIZI OPERATIVI

L’acquisizione di informazioni sui mercati esteri e sulle opportunità di internazionalizzazione è il primo passo che le imprese compiono per la selezione dei mercati e delle iniziative da realizzare all’estero. La conoscenza della domanda locale e dell’offerta dei Paesi concorrenti, l’individuazione di potenziali acquirenti, la conoscenza del sistema distributivo, delle normative doganali, fiscali, valutarie e tecniche, costituiscono un corretto approccio per la selezione delle strategie da adottare.

Per soddisfare tali esigenze l’Eurobic mette a disposizione delle imprese i seguenti servizi:

– informazioni di base sui mercati esteri;

– scheda Paese;

– indagini di mercato;

– informazioni statistiche, doganali, fiscali, finanziarie e creditizie, valutarie e sugli investimenti;

– informazioni sui regimi contrattuali, sugli standard tecnici e sulla disciplina del lavoro;

– segnalazione richieste di collaborazione industriale e commerciale;

– informazioni sui finanziamenti internazionali;

– informazioni sulle opportunità di interventi di marketing operativo nei mercati nazionali ed internazionali.

 

SERVIZI DI CONSULENZA

L’Eurobic avvalendosi della collaborazione continuativa di qualificati professionisti specializzati per ciascuna area di consulenza e di servizio fornisce alle aziende abruzzesi un’assistenza diretta, puntuale e personalizzata, grazie alla conoscenza delle particolarità e specificità dei mercati, delle normative, delle corrette modalità di approccio, delle relazioni con gli ambienti commerciali ed industriali più qualificati.

In particolare assumono notevole importanza i seguenti servizi personalizzati:

– consulenza strategica;

– individuazione delle strategie di approccio e penetrazione nel mercato globale;

– studi di fattibilità;

– analisi economico-finanziaria degli investimenti e redazione dello studio di fattibilità;

– consulenza societaria;

– individuazione delle forme societarie ad hoc in relazione alla legislazione vigente nei diversi Paesi;

– consulenza fiscale;

– analisi della legislazione fiscale vigente nei diversi Paesi; pianificazione fiscale;

consulenza amministrativa e legislativa;

– analisi della legislazione civilistica, valutaria, doganale e del lavoro vigente nei diversi Paesi;

– internal auditing;

– monitoraggio e reporting sulle attività delle aziende;

– controllo di gestione;

– progettazione ed organizzazione di interventi in azienda connessi alle tematiche del controllo di gestione.

– consulenza organizzativa;

– progettazione ed organizzazione di interventi in azienda connessi all’analisi del sistema informativo e all’organizzazione produttiva.

– progettazione ed esecuzione di attività di marketing operativo;

– analisi delle attività aziendali, definizione delle opportunità in funzione del mercato di riferimento, articolazione di piani di marketing, gestione ed esecuzione degli stessi.

– schede prodotto e indagini di mercato personalizzate: le “schede prodotto” forniscono elementi informativi per una prima valutazione delle possibilità offerte dai mercati esteri per singoli prodotti. Esse contengono analisi per prodotto/settore, le tendenze dei mercati esteri( struttura ed andamento della domanda, segmentazione quantitativa, profilo dei consumatori e utilizzatori industriali e relativi canali distributivi); individuano inoltre le principali imprese nazionali ed estere operanti nel Paese.

Le indagini di Mercato individuano concrete possibilità di introduzione di un prodotto sui singoli mercati.

– sondaggio prodotto, il servizio comprende: la selezione di un elenco qualificato di ditte locali potenzialmente interessate; l’invio della documentazione alle ditte interessate, con lettera di accompagnamento dell’Eurobic Abruzzo; follow up telefonico per verificare il grado di interesse sui prodotti presentati; stesura ed invio di una relazione finale per comunicare i risultati alle ditte committenti, con eventuali osservazioni sulla commercializzazione del prodotto, sulla possibilità di instaurare ulteriori rapporti commerciali e/o industriali, sull’opportunità di esperire ulteriori indagini sui potenziali committenti esteri, unitamente all’elenco dei destinatari del sondaggi.

 

QUALITA’

La misura configura un sistema di aiuto diretto alla domanda singola delle PMI di servizi reali qualificati nel campo della qualità dei processi e dei prodotti. Il servizio da parte dell’Eurobic verrà effettuato tramite una azione informativa tendente ad agevolare la realizzazione delle domande in base a bando. Le PMI richiedenti e successivamente dichiarate beneficiarie avranno a disposizione un regime di aiuto pari al 50% delle spese considerate ammissibili fino ad un massimo di Lit. 50 mln, nel rispetto della normativa vigente (“de minimis” ). I progetti delle aziende dovranno essere impostati avendo come filo conduttore una serie di servizi finalizzati a:

attuazione e certificazione di sistemi di qualità aziendali conformi alle norme UNI EN ISO 9600 e sistemi di gestione ambientali conformi alle norme UNI EN ISO 14000;

applicazione di Programmi di Mantenimento della certificazione e di Programmi di Miglioramento nell’ambito del percorso della Qualità Totale.

 

RETI, CONSORZI E ASSOCIAZIONI

Si intende promuovere la collaborazione interaziendale sia per affrontare progetti sulla qualità aziendale, sia per strategie di penetrazione commerciale e di internazionalizzazione, partendo dal presupposto che la cultura della collaborazione può essere un fattore compensativo della scarsa dotazione di risorse organizzative nell’ambito della singola impresa.

L’azione si sviluppa in maniera da interagire su più livelli di comunicazione, partendo dalla constatazione che la maggior parte della informazione di cui le singole PMI hanno bisogno, parte da alcuni soggetti istituzionali predefiniti, quali la pubblica amministrazione (e più specificamente la Regione), le associazioni di categoria, l’Eurobic Abruzzo e Molise come azienda erogatrice di servizi ed attuatrice del presente programma.

Definiti e verificati i soggetti interessati alla divulgazione di informazioni qualificate, verrà organizzato uno scambio di esperienze e modelli di gestione dei flussi informativi tra questi vari soggetti. Il tutto finalizzato a portare a conoscenza delle PMI abruzzesi le opportunità derivanti, a titolo di esempio, dalle normative nazionali e comunitarie in materia di finanziamenti, le opportunità derivanti dalla conoscenza dei mercati, ecc.

Gli obiettivi prioritari di questa sottoazione sono i seguenti:

– creazione di una rete informativa telematica intesa come mezzo per rendere fruibile in tempo reale informative sull’ambiente competitivo, sulle normative (tecniche, di mercato, fiscali, finanziarie, agevolative, programmi comunitari, ecc.) e sui mercati che hanno una diretta conseguenza sulla formulazione delle strategie;

– realizzazione di uno strumento di comunicazione interattiva tra varie categorie di interlocutori (comunicazione di informazioni associative , di informazioni sul progetto, azioni della pubblica amministrazione, ecc.);

– realizzazione di un canale interattivo per la comunicazione commerciale e la vendita di beni e servizi delle PMI abruzzesi.

 

MODALITA’ DI ATTUAZIONE

Le PMI interessate dovranno presentare domanda presso l’organismo attuatore per poter accedere ai benefici previsti dalle azioni precedentemente illustrate.

Le modalità di presentazione delle domande, nonché i criteri di priorità, per alcune attività, saranno oggetto di specifici bandi.

I servizi saranno erogati in regime di agevolazione rispettando la normativa vigente in materia di “de minimis”, e comunque i contributi pubblici per i servizi di consulenza personalizzati saranno erogati fino al massimo al 70% del costo del servizio per interventi di valore inferiore o pari a 100 mln. e fino al 50% per servizi di valore superiore.

Le PMI richiedenti e successivamente dichiarate beneficiarie dei programmi riguardanti i servizi di qualità avranno a disposizione un regime di aiuto pari al 50% delle spese considerate ammissibili fino ad un massimo di Lit. 50 mln, nel rispetto della normativa (” de minimis”).

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi