Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoPrati di Tivo: stagione invernale a rischio

Prati di Tivo: stagione invernale a rischio

Per gli appassionati di montagna non è una buona notizia. Anzi, non è una buona notizia in genere, quella segnalata dal Segretario Provinciale Filt–Cgil Teramo Aurelio di Eugenio, perchè presuppone problematiche pesanti per l’erogazione di un serivzio importante. Si aprirà la stagione invernale ma gli impianti di risalita di Prati di Tivo ancora non si sa come (e se) verranno gestiti: “La recente scadenza (30/09/2012) del contratto dei servizi, tra la Siget srl e la Fas (Ferrovia Adriatica Sangritana) – si legge in una nota -, per la gestione degli impianti di risalita di Prati di Tivo e l’assenza di una possibile soluzione che stabilisce il nuovo gestore per la prossima stagione invernale, tale da consentire la continuità dell’attività, sono state al centro della riunione tenutasi in data odierna nella sede della provincia di Teramo. La riapertura in tempi certi di un’attività che è di grande valenza turistica, economica e strategica per lo sviluppo turistico e ambientale del versante teramano, qualora venisse meno inciderebbe molto negativamente sul personale altamente qualificato, (30 tra effettivi e stagionali) che da anni svolge servizio su questi delicati impianti. Determinando anche una ricaduta abbastanza negativa su tutte le attività del comprensorio e del cosiddetto indotto (alberghi, bar, ristoranti ecc.)”.

Di Eugenio chiama quindi a raccolta le istituzioni per trovare una soluzione al problema: “La struttura (ultimamente rinnovata con investimenti pubblici di svariati migliaia di euro) è di proprietà della Provincia di Teramo, contollata dalla società Gran Sasso Teramano, società che è preposta anche alla promozione di sviluppo dell’economia del comprensorio gran sasso teramano, potenziando il servizio turistico della zona e non svalutandolo. Per i lavoratori si è sottoscritto oggi con l’azienda Siget un accordo che consente loro di accedere ad una forma di sostegno al reddito con il ricorso agli ammortizzatori sociali in deroga, fino al 31/12/2012. Inoltre, dopo aver unitariamente accertato la necessità di riconvocare a breve un tavolo di confronto con la presenza di tutti gli attori interessati (Camera di Commercio,Regione Abruzzo, Comunità montana zona “o”, comuni di Pietracamela, Fano Adriano, Crognaleto, Teramo, Montorio, e altri, anche soggetti privati del territorio montano), gli assessori Eva Guardiani ed Ezio Vannucci si sono impegnati a proseguire il confronto al fine di trovare la soluzione capace di garantire la continuità dell’attività anche in considerazione della ormai prossima apertura della stagione invernale”.
Da Teramonews

Print Friendly, PDF & Email