Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'industrialePotenziato il Centro Studi di Confindustria Abruzzo Quotazione in borsa delle imprese regionali e mappatura delle professionalità nelle aziende manifatturiere e di servizi

Potenziato il Centro Studi di Confindustria Abruzzo Quotazione in borsa delle imprese regionali e mappatura delle professionalità nelle aziende manifatturiere e di servizi

Il Centro Studi Confindustria Abruzzo

 

Consigliere Delegato regionale del Centro Studi è il dott. Gaetano Clavenna, Presidente Dompé pha.r.ma s.p.a., e vice Presidente Confindustria L’Aquila.

Il Comitato scientifico si avvale della collaborazione di imprenditori (Vincenzo Stellabotte, Responsabile Relazioni Istituzionali Fater Spa, Piergiorgio Di Carmine, Procuratore e Socio Accomandante Di Carmine Costruzioni Sas), nominati dalle articolazioni territoriali e settoriali dell’Organizzazione, di un rappresentante del mondo creditizio e bancario (Banca Marche) e, in particolare, di Docenti e Ricercatori Universitari: Pino Mauro, economista e docente universitario in economia, in qualità di Supervisore del Comitato scientifico del Centro Studi, Luciano Fratocchi, docente e ricercatore Università di Ingegneria di L’Aquila, Riccardo Palumbo, docente Scienze Manageriali dell’Università di Chieti/Pescara.

 

 

 

Il Centro Studi regionale di Confindustria Abruzzo esiste fin dalla metà degli anni novanta, ma al grande pubblico la sua conoscenza è forse arrivata solo attraverso uno dei suoi lavori periodici: l’Indagine Semestrale sull’Industria Abruzzese, analisi significativa per fare il punto sull’andamento della situazione economica della regione.

Oggi, però, con l’attuale Presidenza regionale di Calogero Marrollo, si è voluto imprimere un ulteriore potenziamento al Centro Studi: una riorganizzazione strutturale prevede una specifica Delega politica, un Comitato Scientifico e una propria struttura tecnica. Il tutto con il supporto e la collaborazione di Banca Marche, che già da tempo collabora con le attività del Centro studi di Confindustria Abruzzo.

Oltre alle attività ordinarie di raccolta e ricerca dati sull’economia regionale, per il 2007 sono stati individuati due specifici temi di ricerca.

1)       La quotazione in borsa delle aziende abruzzesi: alcune esperienze a confronto

Il progetto di ricerca intende identificare un insieme di imprese manifatturiere e di servizi potenzialmente interessate (ed interessabili) alla quotazione sul mercato borsistico nazionale.

In tal senso, l’obiettivo è di far emergere delle realtà imprenditoriali di successo che – avendone i necessari requisiti – possano finanziare il loro ulteriore sviluppo attraverso l’entrata nel listino della Borsa Italiana.

Il progetto di ricerca proposto si articola in una serie di step di seguito sinteticamente descritti:

a)       identificazione di un campione di imprese di medio-grandi dimensioni rappresentativo dei principali settori merceologici del territorio;

b)       analisi dei bilanci degli ultimi tre anni;

c)       incontri con i titolari delle imprese e conseguente valutazione del possesso dei requisiti per la quotazione;

d)       identificazione di best practice di quotazione relative ad imprese dello stesso settore e dimensione di quelle individuate;

e)       definizione di percorsi ad hoc di preparazione alla quotazione.

 

2) La mappa dei lavori e delle professionalità

Il progetto di ricerca intende definire una mappatura delle professionalità presenti nel territorio regionale presso le imprese manifatturiere e di servizi.

Tale mappatura risulta utile per una pluralità di fini: gestire il “ciclo di vita del dipendente” secondo un criterio di massimizzazione dell’utilità; realizzazione di un mercato del lavoro regionale nel quale le imprese possano comunicare i propri job posting; recupero presso altre imprese delle professionalità divenute ridondanti; identificare i percorsi formativi più idonei per le necessità del territorio.

 

 

Le imprese di tutta la regione sono pregate di offrire la massima collaborazione per fornire i dati che saranno loro richiesti onde perseguire il buon fine dei due progetti

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi