Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara: workshop Confindustria e Retimprese sui contratti di rete

Pescara: workshop Confindustria e Retimprese sui contratti di rete

Il “Laboratorio sulle Reti di impresa” della Fondazione Bruno Visentini, diretto dal prof. Fabrizio Cafaggi, presenta il 6 giugno alle ore 10,00 a Pescara, in collaborazione e presso Confindustria Pescara, i risultati della ricerca “Contratti di rete: un’analisi comparativa”, promossa da RetImpresa-Confindustria e Unioncamere.

Intervengono nei lavori Alessandro Laterza (Presidente Fondazione Bruno Visentini), Aldo Bonomi (VicePresidente Confindustria per le Reti d’Impresa), Daniele Becci (Presidente CCIAA di Pescara), Fabrizio Cafaggi (Università di Trento e European University Institute) e Gian Domenico Mosco (LUISS Guido Carli e Fondazione Bruno Visentini).

Apre i lavori Enrico Marramiero (Presidente di Confindustria Pescara) con le conclusioni di Alessandro Addari (Presidente dei Giovani Imprenditori della Provincia).

La ricerca – la prima di questo genere condotta in Italia – ha analizzato, per oggetto della collaborazione, per tipologia di filiera e per livelli di internazionalizzazione, le potenzialità di sviluppo dei modelli di rete di imprese quali strumenti di collaborazione e di governo delle filiere d’impresa stesse, volti ad accrescere le loro capacità competitive e innovative sui mercati, sia locali che globali. Ciò attraverso l’esame delle molteplici forme di rete, contrattuali, od organizzative, al fine: di individuare i vantaggi comparati dell’uno o dell’altro modello; verificare i margini di autonomia per adattare e combinare le diverse caratteristiche della collaborazione; e da ultimo redigerne una classificazione ragionata.

Organismo autonomo e unico nel suo genere per i soggetti compositi che vi cooperano, la Fondazione Bruno Visentini è impegnata nella ricerca giuridico economica su temi di interesse generale per il Paese, in un’ottica europea; ed affonda le sue radici nel modello di impegno civile e culturale che è stato riferimento costante di tutta l’opera di Bruno Visentini.

Print Friendly, PDF & Email