Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Strada Parco: domande a GTM sul progetto filovia

Pescara. Strada Parco: domande a GTM sul progetto filovia

Qualche osservazione che vuole essere un punto di domanda e spunto di riflessione per attivare un dialogo costruttivo perché, come dicevano le nonne, “chi domanda non fa peccato”. Dal sito ufficiale GTM si rileva che “Filò è un sistema di trasporto pubblico urbano rapido, di elevata frequenza e confortevolezza, che unisce la versatilità di un sistema ibrido, al massimo rispetto ambientale di un veicolo a trazione elettrica, senza richiedere importanti lavori d’installazione, ma garantendo, nel contempo, tutti i vantaggi di un sistema elettrificato“. Non si comprende, pertanto, e nessuno ha mai voluto spiegarlo, perché a Pescara si sia scelto di sostenere il costo rilevante dei superflui pali e fili elettrici (16,8 milioni di Euro, come da bando di gara a rilevanza europea, pubblicato nel lontano anno 2004), con i conseguenti ipotizzabili danni ambientali e patrimoniali a carico della Comunità, a fronte del beneficio esclusivo procurato alla ditta appaltatrice delle opere.

Tanto più che, interpellato nel merito, il Ministero dei Trasporti ha ufficialmente confermato che “la scelta di elettrificare la Strada parco ricade nella esclusiva responsabilità della Stazione appaltante GTM“. Intanto, i lavori di elettrificazione, che a qualcuno potrebbero apparire superflui, proseguono pure sotto la pioggia battente, mentre dal dottor Donato Renzetti, Presidente GTM all’epoca della sottoscrizione del contratto di fornitura, che risale al 21 maggio 2007, e dal dottor Tullio Tonelli, Presidente della commissione di gara che ha aggiudicato l’appalto alla Balfour Beatty Rail capofila il 28 luglio 2006, non si rinvengono chiarimenti.

Ancora, con comunicato stampa del 21 maggio scorso, relativo alle criticità strutturali rilevate sul fondo stradale del tracciato destinato ad accogliere la filovia in costruzione, sembra che la GTM si sia impegnata a pubblicare nel proprio sito ufficiale tutte le specifiche tecniche delle analisi effettuate. A oggi, pare che siano state divulgate soltanto due tabelle per il tratto pescarese e altrettante per quello di Montesilvano, contenenti un’infinità di dati tecnici incomprensibili al profano, segnalati dalla ditta specializzata “STS Mobile S.r.l.” di Ancona, sulle caratteristiche strutturali del tracciato medesimo, senza alcuna nota descrittiva di commento. Eppure, si dice che si tratti di una relazione corposa, che dovrebbe essere pubblicata integralmente in ossequio alle esigenze di massima trasparenza cui ispirare l’agire sano e prudente di un’azienda a partecipazione pubblica, qual è appunto la GTM, sia pure nella forma giuridica privatistica della società per azioni. Dopo due anni di giravolte e misteri, l’arcano tarda a dissolversi. Se GTM rinviene errori nella nostra ce li segnali prontamente.

Print Friendly, PDF & Email