Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara: stato di emergenza, spesi 1,2mln

Pescara: stato di emergenza, spesi 1,2mln

Il Comune di Pescara dichiara lo stato di emergenza e chiede il riconoscimento dello stato di calamità naturale a causa dell’emergenza neve. Il provvedimento è stato formalizzato nel primo pomeriggio odierno con l’approvazione della relativa delibera da parte della giunta comunale, delibera che verrà ora inviata, tra gli altri, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri che domani si riunirà per valutare il ‘caso’ Abruzzo, chiedendo il rimborso delle spese sino a oggi sostenute per fronteggiare l’emergenza, quantificate in 1milione 200mila euro. Mascia ha spiegato che sono «gravissimi» i danni al patrimonio arboreo della città lungo le vie cittadine, i parchi pubblici e anche le vie private.
« Da undici giorni stiamo vivendo nello stato d’allerta, con l’impiego in servizio di oltre 200 persone al giorno per garantire l’assistenza ai cittadini con l’attivazione del Centro Operativo Comunale di Protezione civile. Per fronteggiare l’emergenza abbiamo mobilitato mezzi e uomini, acquistato migliaia di quintali di sale, provvedendo anche alla fornitura di beni di prima necessità per gli utenti».
Intanto per la giornata odierna, in seguito alla chiusura di tutti gli Uffici pubblici di Pescara disposta dal Prefetto su mia istanza, abbiamo prorogato a domani, martedì 14 febbraio, la scadenza della definizione agevolata dei provvedimenti di accertamento e delle relative sanzioni, di acquiescenza, di presentazione delle istanze e delle richieste relative ai tributi di Tarsu e Ici”.

Print Friendly, PDF & Email