Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara: si chiude il WebFest con 3mila visitatori

Pescara: si chiude il WebFest con 3mila visitatori

La prima edizione del WebFest di Pescara, nato in occasione dei dieci anni del PWI (Premio del web italiano) ha registrato una partecipazione inattesa anche dagli addetti ai lavori. Circa 3 mila le persone che nella tre giorni dell’evento (9, 10 e 11 maggio) hanno affollato le sale dell’Aurum e più di 15 mila hanno cliccato sulla diretta web, per seguire il Festival che ha trasformato la città adriatica nella Capitale del web.
Un’evento giovane e dedicato ai giovani essendo ospitato all’interno del progetto WiLAB – il laboratorio del web italiano, che si concluderà il prossimo 21 maggio e che ha portato a Pescara i 60 migliori talenti del web (di età compresa tra i 18 e i 30 anni) che hanno avuto l’occasione di incontrare i numeri uno dell’on line a livello mondiale: dai creativi delle web agency arrivati da tutta Europa e dagli Stati Uniti, a quelli di casa nostra divenuti in pochi anni punti di riferimento a livello internazionale. Tavole rotonde, workshop e multitalk che hanno attirato professionisti del settore, ma anche semplici curiosi.
Il WebFest 2012 si è concluso proprio nello spirito del progetto WiLAB che mira ad aiutare i ragazzi nel loro Start Up. Sala gremita infatti per il multitalk ‘Start up the future’, moderato dal Digital Strategic Planner Pasquale Popolizio e che ha visto tra gli interventi quello di Stefano Trumpy, pioniere del web italiano e membro dell’Internet Society-Isoc Italia. ‘Aiutare’ dunque i giovani a sfruttare le potenzialità del web per costruire il loro futuro attraverso un’ottica di lavoro che non passi per percorsi tradizionali. Ottica sposata in pieno daiStockphoto by GettyImages che con il ‘Bene, bravo, brand’ hanno veicolato il messaggio per cui lavorare nel web è prima di tutto un piacere, come raccontato in prima persona dai suoi contributor che della passione hanno fatto anche un veicolo economico. Sapersi promuovere dunque è prioritario come ha spiegato Mirko Pallera, inventore di Ninja Marketing e vero rivoluzionario della sponsorizzazione dei prodotti attraverso il web e, dopo di lui, le agenzie internazionali che anche oggi sono state al centro del WebFest.
Ha cuore italiano, ma sede a Londra l’agenzia Unit9 riconosciuta come Top Production Company del 2011 e che a Pescara è arrivata con un workshop dal titolo provocatorio ‘God save the web’ proprio per significare l’importanza di sfruttare appieno le opportunità che i nuovi mezzi offrono. Incontro proseguito con gli svedesi di ‘Helpful Strangers’, e i londinesi di ‘The Rumpus room’, compagnia di marketing e comunicazione che ha lavorato per marchi come Nike, Coca-Cola, Microsoft e Nokia.
Saper dunque come promuovere il proprio brand è stato il tema centrale della giornata di oggi che ha decisamente preferito un taglio più aziendale dopo quello più divertente, ma ugualmente interessante, del social fest del 9 maggio dove a farla da padrone sono stati gli incontri con Google Uk e Facebook. Impresa che è stata al centro anche dell’intervento di MainAdv, leader nel webmarketing che ha il suo quartier generale proprio a Pescara ma ha uffici in Cile, Francia, Polonia, India, Turchia e Hong Kong e che, dal 2008, supporta numerosi brand a canalizzare e ottimizzare la propria pubblicità.
Argomento che è stato al centro anche del workshop di Adworld Experience rivolto soprattutto a chi è interessato a garantire un buon posizionamento del proprio sito nei motori di ricerca. E’ stato invece Michele Ficara Manganelli a presentare alcune importanti novità di AssoDigitale (Associazione italiana Industria Digitale). Ma gli italiani si sa, sono un popolo di creativi e dunque sempre capace di proporre nuove idee, come ha sottolineato l’intervento della piattaforma tecnologica Ideatre60.
Il bello del web è che è forse l’unico mezzo a conoscere il senso di ‘pari opportunità’ come è emerso dalla DèW Conference (Donna è Web) che ha fatto tappa a Pescara dopo aver toccato Lucca e Firenze. Adele Marra, ideatrice dell’evento già dal 2004, ha portato sul palco le giovani donne che hanno partecipato ai progetti transazionali europei dimostrando quanto importante sia il web per le donne ancora troppo sacrificate nell’ottica lavorativa tradizionale.
Ampio spazio anche alle istituzioni con la Provincia di Pescara che in occasione del WebFest ha presentato il progetto ‘Pescara Innova’, dedicato alla formazione degli enti locali e ancor più con il Tavolo Tecnico ‘Web Marketing, formazione e sviluppo locale’. Un momento di riflessione e di proposizione per guardare al futuro nei rapporti tra l’Abruzzo e il Distretto di Kielce (Polonia) e che ha visto la partecipazione del Presidente della Regione Nazario Pagano e del vicepresidente del Distretto di Kielce Jan Cedro.

Print Friendly, PDF & Email