Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara: prestiti in calo del 6,8%

Pescara: prestiti in calo del 6,8%

Il 2011 è stato un anno indubbiamente difficile per il comparto del credito al consumo, sia per la perdurante debolezza della domanda da parte delle famiglie, principalmente a causa delle persistenti difficoltà sul mercato del lavoro, sia per la prudenza che ha caratterizzato le politiche di erogazione degli istituti di credito.

Nello specifico, dalle rilevazioni di CRIF (società che gestisce il più importante sistema di informazioni creditizie operante in Italia) è emerso che anche nella provincia di Pescara nei primi tre trimestri dell’anno passato si è verificata una contrazione della domanda di prestiti personali e finalizzati, nel loro aggregato, complessivamente pari a -6.8% in relazione al numero di finanziamenti richiesti.

La dinamica rilevata in provincia trova conferma anche nei dati sulle richieste registrati sia a livello regionale (dove il calo è stato del –3.1%) sia a livello nazionale (-3,7% in relazione al numero di finanziamenti richiesti).

Questa dinamica evidentemente è riconducibile alla pesante incertezza che grava sull’evoluzione del quadro congiunturale e alla conseguente debolezza dei redditi e delle entrate future delle famiglie. Non stupisce, quindi, che a Pescara il calo della domanda abbia colpito maggiormente il comparto dei prestiti personali, -9.9% in relazione al numero di prestiti richiesti, mentre la componente della domanda di prestiti finalizzati, ossia i finanziamenti destinati all’acquisto di beni e di servizi da sempre trainata dall’acquisto di auto e moto, nel periodo di osservazione ha invece fatto segnare un -4.2%.

Coerentemente rispetto al trend rilevato su scala nazionale (-2%) e regionale (-3.4%), il calo della domanda si accompagna ad una diminuzione delle erogazioni da parte degli Istituti di credito: il numero dei prestiti erogati nella provincia di Pescara, infatti, è sceso di un -5.7% rispetto al corrispondente periodo 2010.

In questo scenario, tra i fattori che hanno contribuito a sostenere l’erogazione del credito al consumo rispetto al calo della domanda indubbiamente ha giocato un ruolo chiave la buona referenza creditizia di chi ha richiesto il finanziamento. A conferma che la referenza creditizia è stato un motore trainante per l’erogazione del credito e non, come erroneamente alcuni pensano, un fattore di selezione.

“Alla luce di queste evidenze appare oltremodo fondamentale che i consumatori abbiano una chiara consapevolezza del ruolo che la propria referenza creditizia e il livello di sostenibilità finanziaria hanno nella valutazione da parte di banche e società finanziarie ai fini dell’erogazione del credito”, commenta Beatrice Rubini, Direttore Personal Solution & Services di CRIF.

Proprio per rispondere a questa esigenza CRIF mette a disposizione dei consumatori Mettinconto, un servizio che fornisce supporto consulenziale a tutti coloro che desiderano valutare la propria situazione creditizia e capire l’eventuale sostenibilità di un nuovo finanziamento, prestito o mutuo. Accessibile online su www.mistercredit.it, il sito appositamente realizzato da CRIF per i servizi dedicati ai consumatori, Mettinconto è un vero e proprio strumento di educazione finanziaria, che fornisce ai consumatori gli elementi da “mettere in conto” per gestire il credito con maggiore consapevolezza, razionalità e sicurezza.

“Mettinconto consente ai consumatori di avere un quadro completo delle proprie finanze e di pianificare con maggiore consapevolezza e serenità decisioni di investimento, consumo e indebitamento – spiega Beatrice Rubini – ma anche per rispondere alle esigenze di coloro che hanno richiesto un prestito senza ottenerlo e vogliono capire in che misura la propria situazione creditizia attuale e/o i comportamenti di pagamento passati relativamente ad altri finanziamenti possono influire nella valutazione di affidabilità creditizia da parte degli Istituti bancari e finanziari. Su questo aspetto, infatti, spesso i consumatori hanno molti dubbi, scarsa conoscenza o addirittura informazioni completamente distorte”.

Nello specifico, attraverso Mettinconto CRIF mette a disposizione dei consumatori tutto il patrimonio informativo utile alla valutazione del proprio merito di credito e fornisce loro un’elaborazione di tali informazioni. Inoltre, il servizio integra strumenti di calcolo finanziario utilizzabili per la simulazione di prestiti, mutui e per il calcolo dell’equilibrio del proprio bilancio familiare.

Print Friendly, PDF & Email