Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara, porto: marineria sul lastrico

Pescara, porto: marineria sul lastrico

Nonostante i lavori di dragaggio del porto di Pescara siano stati consegnati, marineria e armatori sono ancora disperati per i problemi economici legati proprio al mancato dragaggio. Questa mattina si sono riuniti nella sede dellAssociazione armatori Pescara e hanno lanciato l’ennesimo grido di allarme perche’ non ce la fanno ad andare avanti cosi’, sono ormai sul lastrico, per cui hanno deciso di promuovere una nuova manifestazione di protesta per mercoledi’ o giovedi’ prossimi. “I problemi sono di sopravvivenza, nel senso vero del termine – ha spiegato Mimmo Grosso parlando a nome dell’Associazione. Per il 2012 sono state erogate solo 13 settimane di cassa integrazione e mancano altre 13 settimane piu’ un altro semestre intero. Insomma per tutto il 2012, ha fatto notare, ogni dipendente ha percepito in totale solo 2.000 euro e poco piu’. Come si puo’ vivere in questo modo? Per sbloccare l’iter della cassa integrazione per il 2012 servono almeno altri tre mesi – come e’ emerso nel corso di un incontro con l’Inps a cui ha partecipato anche il presidente della Provincia Guerino Testa – e non e’ chiaro se questo ammortizzatore sara’ erogato per il 2013. Si e’ arenata invece l’iniziativa di attivare un fondo di solidarieta’ per la categoria, lanciata dalla Provincia di Pescara. Forse – ha spiegato Grosso – perche’ si e’ diffusa la voce che abbiamo percepito un sacco di indennita’ ma non e’ cosi’ ne’ per i 166 dipendenti ne’ per i 51 armatori. Questi ultimi, peraltro, hanno usato i fondi arrivati dalla Comunita’ europea per pagare le tasse e i danni alle imbarcazioni. E per quanto riguarda le somme promesse dallo Stato (3 milioni di euro) non arriveranno prima di giugno o luglio. La richiesta e’ quindi quella di riattivare l’iter del fondo di solidarieta’”.

Print Friendly, PDF & Email