Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara, porto: alla ricerca del nuovo commissario?

Pescara, porto: alla ricerca del nuovo commissario?

Il capogruppo dell’Italia dei Valori in Consiglio regionale, Carlo Costantini, si è detto pronto a farsi nominare commissario del Porto di Pescara, dopo le dimissioni del presidente della Provincia, Guerino Testa, dall’incarico. «Domani scriverò a Monti, Chiodi ed al sindaco Albore Mascia – annuncia Costantini – offrendomi, ovviamente a titolo completamente gratuito, per il ruolo di Commissario per il Porto di Pescara. Chiederò un periodo di sei mesi di tempo, rinnovabile al massimo per una sola volta ed un vice commissario che collabori con me in rappresentanza dell’altra parte politica (Testa, Sospiri o chi decideranno loro)». «I poteri che occorrono – aggiunge – li valuteremo insieme, in poche ore, se la proposta sarà valutata positivamente. Ed i soldi li faremo tirare fuori a chi è obbligato a farlo e finge di non capirlo. Lo scopo, ovviamente, non sarà quello di mettere qualche ‘pezza a colorì, ma di risolvere il problema alla radice. So che se la mia offerta fosse valutata positivamente, mi ritroverei tanti a remare contro, ma fino ad oggi è mancato proprio chi si è assunto la responsabilità di togliere i coperchi, piuttosto che di continuare a metterli». Secondo il capogruppo dell’Idv, «ora è il momento, anche per me, dell’assunzione delle responsabilità», perchè «la tragedia del porto sta letteralmente massacrando l’economia pescarese. Ho iniziato poco fa, presentando insieme al collega Sospiri e ad altri consiglieri regionali pescaresi come me – spiega Costantini -, un disegno di legge per assicurare un minimo di sollievo anche ai commercianti al dettaglio di prodotti ittici freschi». «So di essermi assunto una enorme responsabilità – conclude -, ma sono pescarese e non posso vedere morire la mia città, dopo che per anni l’hanno rapinata».

Print Friendly, PDF & Email