Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Pedonalizzazione corso Vittorio Emanuele, accolto ricorso Confcommercio su sospensiva lavori

Pescara. Pedonalizzazione corso Vittorio Emanuele, accolto ricorso Confcommercio su sospensiva lavori

Il Tar Abruzzo ha accolto il ricorso, presentato dalla Confcommercio di Pescara tramite l’avvocato Tenaglia, per ottenere la sospensiva dei lavori propedeutici alla riqualificazione e pedonalizzazione parziale di corso Vittorio Emanuele. In particolare, spiega l’associazione di categoria in una nota, il ricorso chiedeva l’annullamento, previa sospensiva, della delibera della giunta comunale che ha dato il via libera ai lavori di infrastrutturazione e riqualificazione delle strade e piazze che dovrebbero portare alla realizzazione dell’arteria di collegamento fra piazza della Repubblica ed il crocevia via Teramo/via De Gasperi cioe’ l’arteria su cui dovrebbe confluire il traffico di corso Vittorio Emanuele in seguito alla chiusura dovuta alla riqualificazione e pedonalizzazione. Per il presidente della Confcommercio Ezio Ardizzi, “l’ accoglimento della nostre istanze rappresenta un primo passo importante per evitare una scelta scellerata per la citta’ di Pescara che, tra la altro, comporta per l’ennesima volta un ingente spreco di risorse pubbliche. Speriamo che la sospensiva induca qualcuno ad una riflessione approfondita su un’idea progettuale che avrebbe il sicuro effetto di peggiorare la viabilita’ cittadina e di affondare le attivita’ economiche di corso Vittorio e zone limitrofe”. L’associazione fa sapere al Comune di essere disponibile ad un confronto “su cosa sia veramente utile per rilanciare l’economia cittadina”.

Pescara. Ordinanza sospensiva Tar, le precisazioni dell’assessore alla Riqualificazione urbana Fiorilli

L’ordinanza di sospensiva del Tar non ha bloccato i lavori di riqualificazione e valorizzazione di corso Vittorio Emanuele, opere regolarmente appaltate e che partiranno senza alcun problema. L’ordinanza ha piuttosto disposto la sospensiva dei lavori di realizzazione della rotatoria prevista all’incrocio tra via Teramo-via Ferrari-via De Gasperi-aree di risulta e di adeguamento della strada che, correndo parallelamente a corso Vittorio Emanuele, ne avrebbe assorbito parte del traffico. La decisione del Tar e’ giunta dopo la conclusione stessa di tali opere, visto che la rotatoria e’¨ gia’ stata completata, cosi’ come la relativa segnaletica stradale”. Lo rende noto l’assessore alla Riqualificazione urbana Berardino Fiorilli che mira a correggere il tiro rispetto alle informazioni diffuse fino ad ora sulla sospensiva e annuncia nello stesso tempo un ricorso del Comune al Consiglio di Stato contro l’ordinanza del Tribunale amministrativo regionale. “Nel frattempo, prosegue, l’Ufficio mobilita’ ha gia’ avviato l’esame delle possibili alternative sul fronte progettuale, e non escludo, dice, di realizzare subito la strada gia’ prevista nel Piano regolatore generale e nel Piano urbano del traffico redatto dal Partito Democratico, una strada che corre sempre sulle aree di risulta, ma piu’ distante da corso Vittorio Emanuele, ossia a ridosso della stazione ferroviaria, sul versante monte”. Fiorilli esprime “rammarico” per la posizione assunta dalla Confcommercio, che oggi, “soddisfatta per l’esito del primo round di una battaglia tutt’altro che conclusa, cerca il ramoscello d’ulivo verso un’amministrazione con cui ha avuto ben dieci incontri e riunioni per esaminare il progetto. A questo punto non credo che nuovi incontri possano servire a dirimere una querelle gia’ partita e che si chiudera’ solo nelle aule del Tribunale amministrativo”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi