Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara: no al pagamento asse attrezzato e aumento dei parcheggi

Pescara: no al pagamento asse attrezzato e aumento dei parcheggi

Dopo la notizia che dal primo maggio scatterà il pedaggio sull’asse attrezzato, ora viene annunciato che il costo della sosta breve

 

nel parcheggio dell’area di risulta aumenterà notevolmente: questo doppio salasso rischia di vanificare gli sforzi che tutti insieme stiamo facendo per costruire il Centro commerciale naturale. Lo affermano il presidente di Confesercenti Pescara, Bruno Santori, ed il direttore Gianni Taucci.”Siamo consapevoli della necessità di fare cassa da parte degli enti pubblici, Comune in testa – dicono Santori e Taucci – ma in questo modo arrivare a Pescara diventa una corsa ad ostacoli. Stiamo lavorando sodo, da anni ed oggi in maniera più spedita con questa amministrazione, affinché ai commercianti pescaresi siano dati gli strumenti per competere, nell’originalità che offre un centro urbano, con i troppi centri commerciali che circondano Pescara. Ma se un consumatore per due ore di shopping deve pagare il pedaggio e poi un parcheggio di 2,50 euro, sceglierà il centro commerciale”.Per questo l’associazione imprenditoriale ha chiesto questa mattina un incontro urgente con gli assessori comunali al traffico ed al commercio. “Bisogna ragionare anche all’ipotesi di dividere il parcheggio in due aree – spiegano i due – una riservata alla sosta a lungo termine per chi lavora in zona, ed una invece alle soste più brevi, ma senza salassi, perché in assenza di una valida alternativa all’auto privata, aumentare i costi in questa misura prima di costruire un sistema di trasporto pubblico degno di una città moderna equivale a indirizzare flussi di consumatori verso i centri commerciali”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi