Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara: marineria si ferma per caro gasolio

Pescara: marineria si ferma per caro gasolio

Anche la marineria di Pescara partecipa alla protesta dei pescatori dell’Adriatico contro il caro gasolio e il Regolamento europeo della pesca, ritenuto troppo penalizzante per l’Italia, da oggi (martedì 31 gennaio) fino al 3 febbraio. Mobilitata anche la marineria di Ancona, che ha aderito alla protesta, iniziata una settimana fa.
La decisione é scaturita dopo un incontro svoltosi nel capoluogo delle Marche, cui ha preso parte una delegazione delle marinerie di San Benedetto del Tronto, Civitanova Marche e di altri porti dell’Adriatico. Una folta rappresentanza della marineria di Pescara ha raggiunto questa mattina la sede della Capitaneria di Porto per rappresentare pacificamente i disagi e le preoccupazioni dell’intera categoria, anche se non completamente d’accordo sulle forme di protesta. Infatti alcuni pescherecci hanno lasciato nella notte gli ormeggi per effettuare la pesca. E’ in atto una mediazione a cura della stessa Capitaneria per comporre la frattura ed evitare che si arrivi ad atti di violenza. Intanto la mancanza di pesce si avverte negativamente sui prezzi.

Print Friendly, PDF & Email