Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Lavoro, al via progetto transnazionale “Ecmynn” per i Neet

Pescara. Lavoro, al via progetto transnazionale “Ecmynn” per i Neet

In Abruzzo i giovani Neet – Not in Education, Employment or Training – sono circa 30 mila su 1 milione e 300 mila in tutta Italia. Una fascia di popolazione destinata a crescere e di difficile censimento. In Abruzzo il numero dei Nett, in sostanza coloro che non hanno un impiego ne’ lo cercano, e’ aumentato, rispetto al 2012, del 10,2% per il contributo della componente maschile, mentre le donne sono diminuite del 5,7%. E’ in questo quadro che nasce il progetto E.c.m.y.n.n. (Enhancing Competences to Meet Young’s NEETs Needs) e il Comune di San Giovanni Teatino), capofila del partenariato strategico che lo ha presentato, lancia la sfida. Grazie all’esito positivo riconosciuto dall’Unione europea, infatti, il Comune, affiancato dall’impresa sulmonese Territorio Sociale e da organizzazioni pubbliche e private di Spagna, Grecia, Romania e Polonia, ha ottenuto un finanziamento ErasmusPlus di circa 300 mila euro. Unico in Abruzzo, in graduatoria con altri cinque progetti meritevoli italiani, il progetto E.c.m.y.n.n. ha superato brillantemente la concorrenza di 200 progetti arrivati da tutta la nazione. La progettazione e’ stata realizzata dalla rete di imprese L’AIK – L’Aquila International Knowledge, specializzata in progettazione europea. Stamani in Regione a Pescara, i protagonisti di E.c.m.y.n.n. – Luciano Marinucci e Alessia Chiacchiaretta, sindaco e assessore comunale al Lavoro di San Giovanni Teatino, Annamaria Casini, direttore di Territorio Sociale e Fabrizio Coccetti di K_Shift, coordinatore del gruppo di progettisti L’AIK – hanno presentato alla stampa e all’assessore regionale al Lavoro e alle Politiche giovanili, Marinella Sclocco, le linee guida del progetto. E.c.m.y.n.n. avra’ una durata di due anni. Dopo una fase di ricerca sul fenomeno Neet in ciascun territorio interessato, gli operatori dei servizi per i giovani delle organizzazioni coinvolte saranno formati per rispondere con nuovi servizi alle esigenze e ai fabbisogni rilevati della particolare categoria di giovani disoccupati. I risultati della ricerca, della formazione e delle nuove modalita’ di erogazione, daranno vita ad una serie di strumenti che saranno di ausilio a chi lavora nel campo dell’occupabilita’ in tutta Europa. Il primo meeting transnazionale si terra’ in aprile a San Giovanni Teatino, mentre l’inizio della diffusione dei risultati e’ previsto per il dicembre del 2016.

Print Friendly, PDF & Email