Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara, l’appello di Confcommercio: “ripristinate volo per Toronto”

Pescara, l’appello di Confcommercio: “ripristinate volo per Toronto”

La Confcommercio di Pescara interviene per chiedere al Presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, di attivarsi con tempestivita’ per ripristinare il volo Pescara-Toronto soppresso lo scorso marzo. “Condividiamo perfettamente il grido di dolore della comunita’ abruzzese insediatasi in Canada in quanto non si capisce il perche’ della soppressione di un collegamento che nelle ultime estati aveva garantito quasi diecimila passeggeri”, afferma l’organizzazione. “Era prevedibile – aggiunge – che il venir meno del collegamento diretto con l’Abruzzo avrebbe creato gravi disagi agli abruzzesi del Canada che vogliono tornare nei mesi estivi nella terra d’origine in quanto lo scalo obbligato a Roma crea grandi difficolta’ di trasferimento a passeggeri costretti a prendere piu’ mezzi per raggiungere la nostra regione. A questa considerazione, che riguarda l’aspetto umano della vicenda, sia aggiunge anche il notevole danno per l’incoming turistico della nostra regione che poteva contare sul bacino di presenze assicurato dal cosiddetto turismo di ritorno degli abruzzesi stanziati in Canada. Al riguardo, sarebbe auspicabile che la Regione Abruzzo riprendesse in considerazione l’iniziativa avviata, ma non definita, dalla precedente Giunta della CCIAA di Pescara denominata “l’anno del ritorno”. Questa iniziativa, stimolata dagli abruzzesi che vivono oltre Atlantico e dai Parlamentari eletti all’estero – ricorda Confcommercio – avrebbe dovuto ogni anno garantire e favorire il ritorno nella nostra regione di abruzzesi che vivono all’estero e avrebbe dovuto avere inizio proprio dal 2010 con la comunita’ canadese per poi proseguire nel 2011 con l’Argentina e nel 2012 con il Venezuela. L’anno del ritorno avrebbe assicurato con collegamenti aerei garantiti da maggio a settembre e con pacchetti predefiniti ed agevolati il ritorno non solo degli emigranti ma anche dei loro figli e nipoti che avrebbero potuto scoprire la terra delle loro radici ed apprezzare una regione ricca di bellezze naturali ed artistiche che nel tempo ha saputo anche divenire moderna ed avanzata. La Confcommercio di Pescara – conclude l’associazione – e’ a disposizione per riprendere le fila di tale iniziativa e concretizzare, con il supporto della Regione Abruzzo ed altre istituzioni interessate, quanto era gia’ stato avviato al riguardo”.

Print Friendly, PDF & Email