Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Estate, la stagione stenta a decollare per il maltempo

Pescara. Estate, la stagione stenta a decollare per il maltempo

“Finora e’ stata un’estate difficile per gli stabilimenti balneari a causa del tempo incerto che ha dissuaso molti dal recarsi in spiaggia”. Lo afferma, in una nota, il presidente del SIB/Confcommercio Pescara, Riccardo Padovano, che fa il punto sulla stagione estiva che stenta ancora a decollare. “Se al fattore meteorologico aggiungiamo il difficile momento economico che spinge le famiglie a scegliere con attenzione come destinare le risorse a disposizione – osserva – non possiamo essere sorpresi da una situazione che a livello Italia, secondo i dati raccolti dal SIB Nazionale, configura un calo intorno al 30% delle presenze in spiaggia rispetto allo stesso periodo del 2012. Siamo, tuttavia fiduciosi – aggiunge Padovano – in una netta inversione di tendenza gia’ dal prossimo fine settimana in quanto la gente ha voglia di mare e non aspetta altro che un po’ di tempo stabile per recarsi in spiaggia. Al riguardo dobbiamo ringraziare l’Amministrazione comunale, ed in particolare l’assessore Fiorilli, che, dopo alcune incomprensioni iniziali, e’ venuta incontro alle nostre richieste in merito ad alcune misure per favorire l’afflusso in spiaggia di clienti e turisti. Ci riferiamo – spiega la Sib/Confcommercio – al recupero di circa 500 posti auto sul litorale sud di Pescara, fondamentali soprattutto per le famiglie, ed al ripristino dei bus navetta che dal fine settimana potranno consentire ai nostri clienti di recarsi al mare posteggiando le auto nell’area di risulta, per la zona Nord, e nell’area antistadio, per la zona sud. Crediamo – commenta infine Padovano – che quest’ultimo sia un servizio da promuovere in quanto, se utilizzato, consentira’ di ridurre di molto l’afflusso di auto alla ricerca di un parcheggio sulla riviera e conseguentemente il numero delle multe che colpisce soprattutto la clientela dell’entroterra scoraggiandola, proprio per questo motivo, dal recarsi presso i nostri lidi”.

Print Friendly, PDF & Email