Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Dragaggio porto, protesta degli operatori commerciali sui lavori: lunedì incontro

Pescara. Dragaggio porto, protesta degli operatori commerciali sui lavori: lunedì incontro

Gli operatori commerciali del porto di Pescara contestano i lavori promossi dal ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, che sono in corso in questo periodo e riguardano il dragaggio dei sedimenti nell’area della canaletta di accesso al porto canale e la darsena commerciale. Gli operatori, che sono venuti a conoscenza di una planimetria sui lavori in questione finora mai vista, ritengono che questi lavori non consentiranno alle navi di tornare al porto di Pescara perche’ per arrivare nel bacino di evoluzione (ad una profondita’ prevista di 6 metri) tra le due banchine, si dovrebbe passare sulla sabbia (in un punto dove i fondali previsti sono pari a 3,5 metri). Questi, hanno detto oggi in conferenza stampa il pilota Leonardo Costagliola, Gianni Leardi, Marco Santori e Sabatino Di Properzio, “sono fondali per pescherecci, e le navi non entrano”. Chiedono quindi di spostare il bacino di evoluzione e di modificare la profondita’ dei fondali (portandola a sei metri) nella zona che le imbarcazioni devono percorrere per arrivare a quest’area di manovra. Sollecitano poi un incontro con i responsabili del dragaggio per illustrare tutte queste criticita’ di cui, a quanto pare, non era a conoscenza neppure la Capitaneria di porto, che sarebbe gia’ intervenuta per chiedere chiarimenti. Alle istituzioni, poi, si chiede di intervenire perche’ si rischia di “buttare a mare soldi pubblici”.

 

Pescara. Lavori dragaggio porto, lunedì incontro con Capitaneria di Porto

 

Il comandante della Capitaneria di Porto, Luciano Pozzolano, ha convocato per lunedi’ mattina (ore 11) un incontro con il Provveditorato interregionale alle opere pubbliche, stazione appaltante del dragaggio del porto di Pescara, la ditta che sta eseguendo i lavori e l’Arta. Lo ha fatto a seguito delle polemiche sollevate questa mattina dagli operatori commerciali in merito all’intervento che sarebbe stato promosso dal Provveditorato nella darsena. Gli operatori hanno anche mostrato alla stampa un progetto, che contestano perche’ non garantirebbe il ritorno delle navi al porto, e nei giorni scorsi lo hanno consegnato a Pozzolano. “Non conoscevo questa planimetria – commenta Pozzolano dicendosi amareggiato per l’accaduto – e ritengo che sia stato improvvido metterlo in giro e consegnarlo a chi non aveva la titolarita’. Noi, come Capitaneria, non abbiamo mai ricevuto questa planimetria, e non possiamo discutere di qualcosa che non e’ ufficiale. Per questo ho convocato un incontro, finalizzato a fare chiarezza e a sgomberare il campo da qualsiasi dubbio. Mi chiedo se sia davvero un progetto o una boutade e ci tengo a precisare che il mio obiettivo e’ far riaprire la darsena e far decollare l’economia commerciale, con la ripresa del traffico passeggeri”. Nei giorni scorsi, prima che venisse fuori la planimetria mostrata oggi, Pozzolano ha annunciato che con il dragaggio in corso si stanno creando le premesse per far tornare le navi al porto di Pescara. Gli operatori commerciali sostengono che non e’ cosi’, se il progetto che si portera’ avanti e’ quello mostrato oggi.

 

Print Friendly, PDF & Email