Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Crisi Caripe-Tercas, incontro con istituzioni e parlamentari

Pescara. Crisi Caripe-Tercas, incontro con istituzioni e parlamentari

Il Comune e la Provincia di Pescara, insieme a tutte le sigle sindacali, hanno chiamato a raccolta venerdi’ (Camera di commercio, ore 16), i rappresentanti delle istituzioni abruzzesi, compresa la Regione Abruzzo, e i parlamentari eletti in questo territorio per affrontare insieme la vicenda del Gruppo Tercas-Caripe. L’incontro e’ stato annunciato oggi nel corso di una conferenza congiunta tenuta dal sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia e dal presidente della Provincia Guerino Testa con i sindacalisti di Cgil, Cisl, Uil, Ugl, DirCredito e Fabi. Al centro di tutto il commissariamento del gruppo bancario, cinque mesi dopo che la Tercas ha rilevato la Caripe, e il futuro di questa importante realta’ che da’ lavoro a 1.200 persone. “La vicenda – ha sottolineato il sindaco – merita tutta la nostra attenzione e sensibilita’ istituzionale e marcare la territorialita’ del gruppo bancario non vuol dire inseguire sterili campanilismi perche’ continuiamo a guardare con rispetto a qualunque istituzione. C’e’ preoccupazione per i posti di lavoro e per il futuro dei dipendenti e della governance dei due istituti, e per il rischio di perdere le peculiarita’ territoriali. L’incontro di venerdi’ sara’ l’occasione per sensibilizzare anche le altre autorita’ politiche”. “Con il sindaco abbiamo subito raccolto l’invito dei sindacati ad interessarci di questa vicenda – ha detto Testa – e cerchiamo di facilitare la creazione di sinergie tra istituzioni pubbliche e parlamentari, senza distinzione di appartenenza politica. La banca deve rimanere una banca del territorio e la governance deve essere locale, pur sapendo che i tempi sono cambiati e anche in questo campo la crisi produce i suoi effetti. Tra le ipotesi di cui si potrebbe discutere ci sono l’intervento delle fondazioni bancarie e l’azionariato diffuso”. I sindacati hanno ribadito la volonta’ che la banca resti “autonoma attraverso l’intervento delle Fondazioni” e si sono augurati “l’intervento all’incontro del presidente della Regione Abruzzo Gianni Chiodi, come pure del mondo dell’imprenditoria”. Annunciato anche una riunione con il sottosegretario Giovanni Legnini.

Print Friendly, PDF & Email