Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Credito, Regione bacchetta banche: poche risorse al sistema produttivo

Pescara. Credito, Regione bacchetta banche: poche risorse al sistema produttivo

L’Abruzzo sara’ presto dotato di un forte sistema di garanzie destinate al mondo della micro impresa, anche in ragione dell’esiguita’ di risorse messe a disposizione dalle banche. Lo ha detto il vicepresidente della Giunta regionale, Giovanni Lolli, intervenendo ieri sera a Pescara all’assemblea regionale della Cna. Sollecitato dalle domande dei numerosi intervenuti, Lolli – che non ha risparmiato critiche al sistema bancario, soprattutto in ragione della “scarsa trasparenza nei confronti della clientela, si tratti di imprese o di cittadini” – ha sottolineato i problemi legati alla mancanza di liquidita’ delle piccole imprese. “In questa condizione – ha detto – occorre pensare, con misure destinate al sostegno del tessuto imprenditoriale abruzzese, segnato da un preoccupante processo di deindustrializzazione, anche a interventi specifici sul credito alle imprese, puntando al potenziamento delle garanzie: uno scenario possibile da realizzare d’intesa con i confidi, un sistema con il quale la Regione intende dialogare e condividere percorsi”. E sempre a proposito di imprese, Lolli (che e’ titolare della delega all’Artigianato) ha ricordato le gravi ristrettezze di bilancio in cui si muove la Regione: ristrettezze provocate dai tagli nei trasferimenti operati dal governo e dal debito sanitario. Il vice di D’Alfonso ha indicato cosi’ nelle risorse comunitarie l’unica via certa per assicurare sostegno alle attivita’ produttive ed alle micro-imprese. Lolli, ancora, ha dedicato un passaggio del proprio intervento anche al nodo delle infrastrutture: “Non c’e’ spazio, in un territorio dalle dimensioni ridotte come quello abruzzese, e senza ricorrere ad una dimensione macro-regionale – ha ammonito – per doppioni nelle strutture portuali e aeroportuali. Bisogna decidere sulle priorita’, operare scelte dolorose, ma procedere al potenziamento di quelle davvero strategiche”. Discorso a parte per l’Alta velocita’ ferroviaria: “Se per la direttrice adriatica, dove pure le difficolta’ non sono poche, appare una battaglia possibile – ha spiegato Lolli – analoga richiesta rischia di trasformarsi in una vana promessa nella direttrice per Roma, dove al piu’ sono possibili la velocizzazione delle tratte tra Avezzano e la Capitale e tra Sulmona e Pescara”. Un accenno, infine, anche all’Expo universale di Milano: “Puo’ diventare un’occasione irripetibile per guardare alla creazione di nuovi rapporti di partenariato, per le nostre piccole imprese – ha concluso – visti i tanti ospiti della manifestazione, molti dei quali, come i cinesi, hanno gia’ espresso la loro volonta’ di guardare proprio alla costruzione di legami solidi con il nostro mondo produttivo”.

Print Friendly, PDF & Email