Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Coworking pubblico: al via la tre giorni milanese per il progetto Starthub

Pescara. Coworking pubblico: al via la tre giorni milanese per il progetto Starthub

Al via la tre giorni milanese organizzata nell’ambito del progetto StartHub per la costruzione del primo co-working pubblico di Pescara.
L’iniziativa e’ sostenuta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventu’ e del Servizio civile e dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani – ANCI e vede il Comune di Pescara capofila di un partenariato al quale partecipano CNA Servizi Pescara, CAT – Confesercenti Pescara, CGIL Pescara e le Associazioni culturali e giovanili MovimentAzioni, So.Ha. – GiovaniCittadiniAttivi, Subcity, Millimetri e Il Pane e le Rose. Aderiscono al progetto CNA Pescara, Confesercenti Pescara e Digital Borgo.
Una delegazione composta dai promotori territoriali e dai partner di progetto partecipera’ da oggi al 15 gennaio a un viaggio-studio in collaborazione con il Comune di Milano,per conoscere e analizzare alcune realta’ di co-working di successo e incontrare i giovani attivatori di un progetto “gemello” che sta realizzando l’amministrazione milanese all’avanguardia sulle politiche orientate alla sharing economy.
All’incontro sulle politiche del Comune di Milano a sostegno dell’innovazione sociale, sharing economy e Smart City parteciperanno anche il sindaco Marco Alessandrini, l’assessore alle Politiche Comunitarie e Smart City Laura Di Pietro e i consiglieri Daniela Santroni, Emilio Longhi e Piero Giampietro.
StartHub vuole costruire, attraverso un percorso di partecipazione attiva con i giovani cittadini, le fondamenta di uno spazio pubblico dedicato al lavoro autonomo e alle microimprese in cui piu’ aziende condividono idee, relazioni, ambienti, servizi, spese e attrezzature, un luogo dove si intendono intercettare le migliori energie creative della citta’ e offrire un contesto favorevole per formare e sviluppare professionalita’, aumentando cosi’ il grado di occupabilita’ e stimolando l’autoimprenditorialita’.

Print Friendly, PDF & Email