Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Corso con crediti per ordini professionali su “Moderazione del traffico zone 30”

Pescara. Corso con crediti per ordini professionali su “Moderazione del traffico zone 30”

Giornata di informazione quella che si svolgerà giovedì 19 marzo dalle ore 9 alle 18 presso l’Aurum sul tema Moderazione del traffico zone 30 e riqualificazione urbana, percorsi sicuri casa-scuola nei quartieri, a piedi in bicicletta. “Un evento tecnico, ma anche divulgativo, perché si aprirà di mattina con un corso di formazione riservato a tecnici di enti locali, responsabili di settore, professionisti dei settori urbanistica, trasporti, ambiente ma andrà avanti nel pomeriggio con un seminario a cui invitiamo a partecipare cittadini, ragazzi, famiglie e scuole – illustra l’assessore alla Mobilità Enzo Del Vecchio – Il corso è organizzato in collaborazione con Ordine degli Architetti, Ordine degli Ingegneri, Collegio Geometri della provincia di Pescara, è finanziato da Comune di Pescara e Regione Abruzzo, si svolgerà dalle ore 9 alle 13 Corso 1, per tecnici e responsabili di settore ed è gratuito per i partecipanti. I posti disponibili sono 70, alla fine dei lavori saranno rilasciati attestati di partecipazione. I crediti CFP saranno gestiti dai singoli ordini professionali. Il seminario, invece, “Percorsi sicuri casa-scuola nei quartieri, a piedi in bicicletta, si svolgerà a seguire dalle ore 15 alle 18 ed è aperto alla città, a cittadini, associazioni, responsabili scolastici e docenti, portatori di interesse dai quali saremo lieti di recepire input e proposte da attivare sul territorio”. Il tema della moderazione del traffico, che in Europa e nel resto del mondo si chiamano “Traffic Calming” “Modèration de la vitesse” “Erschliessungsstrassen“, è una pratica ormai collaudata e molto diffusa in Europa, ma quasi sconosciuta come disciplina ed è fonte di conflitti aspri tra automobilisti, abitanti, commercianti e quanti contendono sullo stesso spazio stradale le funzioni di circolazione e quelle di tipo urbano. Si pensi alle polemiche su pedonalizzazioni, fluidificazione del traffico, protezione di ciclisti e utenti deboli della strade. “I corsi e i seminari, in un programma che si sviluppa su un calendario di più incontri nel corso dell’anno, articolati in diversi argomenti, i prossimi si svolgeranno il 16 aprile, il 14 maggio e l’11 giugno come da programma allegato, vogliono fornire le conoscenze tecniche, normative, progettuali e gli stimoli culturali per diffondere questa nuova sensibilità anche sulle nostre strade rendendo compatibile e “sostenibile” la presenza di veicoli, pedoni biciclette e le altre funzioni urbane sulle nostre strade. Tra i materiali del corso, un rapporto descrive che cosa sono le Zone 30 in Europa (in Italia spesso si è trattato finora solo di un segnale stradale che pochi conoscono). Vengono descritti gli effetti della realizzazione estesa di Zone 30 in diverse città europee, soprattutto in Germania, e i miglioramenti sulla qualità dell’aria, il rumore, la sicurezza stradale, la qualità della vita, ed anche sulla circolazione”.

 

Print Friendly, PDF & Email