Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara, Confindustria: seminario su riciclo rottami

Pescara, Confindustria: seminario su riciclo rottami

Domani 8 marzo alle ore 11.00 presso Confindustria Pescara si terrà il Seminario “ROTTAMI DI FERRO, ACCIAIO ED ALLUMINIO – Quando cessano di essere rifiuti” promosso dalla Sezione MECCATRONICA di Confindustria Pescara.
Al fine di agevolare il mercato del riciclaggio dei rottami metallici, destinati ad essere impiegati come materie prime nelle acciaierie, nelle fonderie e nelle raffinerie di alluminio per la produzione di metalli, è stato adottato dall’Unione Europea, in data 31 marzo 2011, il Regolamento n° 333/2011 recante i criteri che determinano quando alcuni tipi di rottami metallici (rottami di ferro, acciaio e alluminio, inclusi i rottami di leghe di alluminio), cessano di essere considerati rifiuti. Il regolamento è diventato attuativo a decorrere dal 9 ottobre 2011.
Il seminario si rivolge alle aziende che commercializzano/importano rottami metallici, Consulenti, Professionisti, Personale tecnico ed in generale quanti interessati alla materia e vuole fornire le conoscenze necessarie per poter svolgere internamente all’azienda tutti i controlli, le dichiarazioni, le procedure e la gestione della qualità ai fini del Regolamento.

PROGRAMMA:
h.11.00 Saluti: Paolo Verrocchio, Presidente Sezione Meccatronica Confindustria Pescara

h.11.15 Relazioni a cura di
Fabrizio Delle Monache, Consulente di Direzione OMNIACARE
Armando Romaniello, Direttore Marketing CERTIQUALITY
• Il Regolamento UE 333/11: introduzione e campo applicativo
• Concetto di rifiuto, sottoprodotto e materia prima secondaria. Criteri di qualificazione del “non rifiuto” alla luce del Regolamento UE 333/11
• Controlli di sorveglianza radiometrica
• Controlli visivi su rottami in ferro, acciaio, alluminio
• Art. 6 del Regolamento 333/11: Dichiarazione di conformità
• Sistema di Gestione della Qualità e Reg. n. 333/2011: controllo, monitoraggio ed efficacia
• Linea Guida per l’ accertamento di conformità del Sistema di Gestione della Qualità alle disposizioni del Reg. n. 333/2011.

Print Friendly, PDF & Email