Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Confcommercio rilancia la proposta: un’unica Camera di Commercio in Regione

Pescara. Confcommercio rilancia la proposta: un’unica Camera di Commercio in Regione

Con una nota ufficiale inviata al Ministero dell’Economia e delle Finanze, al Presidente della Giunta Regionale, ai Sindaci di Chieti, L’Aquila, Pescara e Teramo, ai Presidenti delle Camere di Commercio di Chieti, L’Aquila, Pescara e Teramo, al Presidente Nazionale Unioncamere, e a tutte le associazioni e sigle sindacali abruzzesi, la Confcommercio di Pescara torna a ribadire la sua posizione a favore di un’unica Camera di Commercio per l’Abruzzo con sede a L’Aquila.

Il Presidente della Confcommercio Pescara, Ezio Ardizzi:
“Prendiamo spunto dal riaccendersi sulla stampa e anche in sede parlamentare del dibattito inerente l’accorpamento fra Camere di Commercio, per rilanciare la nostra posizione, espressa oltre un anno fa, a favore di un’unica Camera di Commercio in Abruzzo con sede a L’Aquila e distaccamenti operativi nelle altre tre province.
Siamo convinti, alla luce della sempre più necessaria e auspicata applicazione della spending review a tutti i livelli della Pubblica Amministrazione, che non risulti più opportuno mantenere gli apparati burocratici attuali, seppur in due sole Camere (Pescara-Chieti e L’Aquila-Teramo), ma che occorra concentrare tutte le funzioni decisionali in un unico Ente Camerale con sede a L’Aquila.
Tale proposta si basa sul presupposto che un territorio non particolarmente esteso come quello abruzzese, con una popolazione complessiva di circa un milione e duecentomila abitanti e un numero di imprese reali intorno alle 160.000 unità, non giustifichi la necessità di due diverse strutture camerali.
Superando le difficoltà, le barriere e i campanilismi, riteniamo sufficiente l’istituzione di unico Ente Camerale, con sede a L’Aquila, demandando alle sedi delle Camere di Commercio di Chieti, Pescara e Teramo il compito di interfacciarsi operativamente con il territorio.
In concreto proponiamo:
1.una sola Camera di Commercio per l’intera Regione con sede a L’Aquila e, ovviamente, un solo Presidente, una sola Giunta, un solo Consiglio Direttivo, un solo Collegio dei Revisori e un solo Segretario Generale;
2.l’accorpamento dei Centri regionali Cresa, Centro Interno e Centro Estero in un unico Centro “Abruzzo promuove”, se concretamente sostenuto dalla Regione Abruzzo;
3.la chiusura di tutte le Aziende Speciali delle altre Camere, come già fatto da anni dalla Camera di Commercio di Pescara;
4.la dismissione di tutti gli immobili e proprietà non strettamente utili all’attività dell’Ente, che dovrà svolgere attività a sostegno delle imprese, dell’economia e dell’occupazione. “

Print Friendly, PDF & Email