Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Comune, giunta approva il bilancio di previsione 2015

Pescara. Comune, giunta approva il bilancio di previsione 2015

Via libera della Giunta comunale di Pescara al bilancio per l’annualita’ 2015, che fa seguito all’avvio della procedura di riequilibrio finanziario. Ne hanno parlato oggi, in conferenza stampa, il sindaco Marco Alessandrini e l’assessore Bruna Sammassimo e il primo cittadino ha parlato in modo particolare della necessita’, che e’ stata affrontata e superata in sede di approvazione del bilancio, di trovare circa 7 milioni e 900 mila euro da coprire, una somma che rappresenta “un monte particolarmente alto”. Ha anche citato Esopo, rifacendosi alla favola della formica e della cicala e, rivolgendosi alla minoranza di centrodestra ha detto: “Noi siamo la formica e chi ci ha preceduto e’ la cicala. Non amo le polemiche ma non sono disponibile ad assistere a stravolgimenti dei fatti. Pensare che siamo i fratelli di Attila e che in un anno abbiamo creato questo casino finanziario cozza contro la logica e offende le nostre intelligenze”. Ha anche chiesto la “collaborazione da parte di chi formica non e’ stato ma ha cantato come la cicala” e la collaborazione si rende necessaria perche’ “il Consiglio deve procedere all’approvazione tassativa del bilancio entro il 27 maggio”. Per Alessandrini il bilancio licenziato dall’esecutivo “e’ una base, che vorremmo emendare e modificare appena possibile” nel caso in cui si dovessero aprire degli spazi finanziari, cosi’ come si spera, se andranno in porto le azioni portate avanti dell’amministrazione sia per spalmare su (28 annualita’ anziche’ su 10) il disavanzo di bilancio 2014 sia per la rinegoziazione dei mutui con la Cassa depositi e prestiti. Quanto ai tagli, che hanno rappresentato “il passaggio piu’ difficile”, Alessandrini ha detto di essere “preoccupato per il sociale. Per questo settore ci sono tagli per 300mila euro e la prima cosa che faremo sara’ ripianare questa voce. Inoltre puntiamo sulla lotta all’evasione fiscale e sulla valorizzazione del patrimonio immobiliare”. Alessandrini ha anche lanciato un messaggio di ottimismo: “Sono sicuro che ce la facciamo – ha osservato – e ho molto apprezzato la compattezza della maggioranza. Ci siamo candidati nella buona e nella cattiva sorte e andiamo avanti con responsabilita’ e con il massimo delle energie, anche nella cattiva sorte, per allontanare lo spettro del dissesto e del commissariamento, che sarebbe una iattura per persone e imprese. Saremo capaci di salvare la barca comunale e di uscire da questa tempesta finanziaria e assicurare un futuro alla citta’. E’ vero, il Comune e in codice rosso ma andiamo avanti con rigore” e se mancheranno i soldi per “comprare la carta, accelereremo sulla dematerializzazione”.

Comune Pescara: Fi replica a sindaco su conti Ente

Il gruppo di Forza Italia al comune di Pescara risponde alle polemiche sollevate oggi dal sindaco Marco Alessandrini in merito alla situazione dei conti del Comune. “Dopo un anno di governo, il sindaco Alessandrini la finisse di addossare agli altri le responsabilita’ delle precarie condizioni delle casse comunali”, si legge in una nota del gruppo di minoranza. “Se oggi il piatto piange non e’ colpa ne’ di cicale ne’ di formiche, ma di una serie di mancati incassi: 15 milioni per il mancato pagamento della Tares-Tari; 8 milioni per i mancati rimborsi delle spese del Palazzo di Giustizia; 8 milioni di euro per i mutui inerenti il servizio idrico, a causa dell’Aca, sempre governata dal Pd. E poi, ciliegina sulla torta, i tagli operati dal Governo Renzi, sempre Pd, che su Pescara graveranno per 3 milioni di euro”. E poi ancora: “Appare in tutta la sua evidenza l’assoluta incapacita’ del sindaco Alessandrini a rapportarsi con le norme che regolano la finanza pubblica e con i numeri”, sostengono il capogruppo Marcello Antonelli e il resto del Gruppo consiliare. “E’ da giorni che sta bombardando la citta’ con il piagnisteo sul rischio di dissesto, con la difficolta’ nei pagamenti e con la mancanza di circa 8 milioni di euro, necessari per garantire l’equilibrio del bilancio 2015. Una sorta di minestrone condito, secondo Alessandrini, da un’unica certezza: la responsabilita’ totale e assoluta del centro-destra” che Forza Italia respinge con forza.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi