Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Commercio: le richieste delle associazioni degli ambulanti in seguito al trasferimento del mercato multietnico

Pescara. Commercio: le richieste delle associazioni degli ambulanti in seguito al trasferimento del mercato multietnico

Si è tenuta nei giorni scorsi una riunione alla quale hanno partecipato i vertici provinciali della FIVA – l’Associazione Provinciale Ambulanti della Confcommercio – e i rappresentanti di altre Associazioni di Categoria del settore.

L’incontro, coordinato dal Presidente della Confcommercio Ezio Ardizzi, ha affrontato le tematiche riguardanti il trasferimento del mercato multietnico nella nuova localizzazione prevista in Via De Gasperi.

Le Associazioni, pur condividendo le necessità degli operatori provenienti da fuori Italia di avere pari dignità e possibilità di esplicare al meglio la propria attività commerciale, hanno evidenziato come le varie Amministrazioni Comunali non sempre abbiano dedicato altrettanta attenzione alle problematiche degli operatori locali.

Le occorrenze di questi ultimi, che provvedono regolarmente al pagamento dei vari canoni, tasse e imposte di loro competenza, sono state infatti spesso ignorate o comunque non certo soddisfatte (ultimi casi la mancata cancellazione della spunta e i mancati opportuni controlli e verifiche soprattutto nel mercato di Via Pepe).

Dalla riunione sono quindi emerse alcune proposte, viste nell’ottica di un’equa compensazione tra il fatto di aver attribuito un’area prestigiosa ad operatori stranieri anziché – come sarebbe stato maggiormente logico attendersi – prima favorire maggiormente quelli della nostra città.

INTEGRAZIONE NEI MERCATI ESISTENTI

Gli operatori locali si sono dichiarati disponibili a fornire consulenza, sostegno e aiuto ai colleghi di fuori Italia per accoglierli presso i mercati a posto fisso sia cittadini che degli altri comuni della provincia, al fine di favorirne la più veloce integrazione e il più rapido inserimento, anche considerato il numero di posteggi disponibili, che potrebbero invece positivamente essere destinati a merceologie multietniche.

Tale proposta ha l’indubbio pregio sia di offrire un aiuto concreto agli operatori, ma anche alla stessa Amministrazione, contribuendo alla migliore e più positiva soluzione delle problematiche legate allo spostamento del mercato multietnico.

ISTITUZIONE NUOVO MERCATO DI QUALITA’
IN PIAZZA SALOTTO

Riprendendo analoghe istanze già avanzate negli anni scorsi, le Associazioni chiedono l’istituzione di un mercato di qualità, da tenersi tutte le domeniche dell’anno in Piazza della Rinascita.

Per la realizzazione dello stesso l’Amministrazione dovrà provvedere a fornire – a titolo gratuito – piccoli gazebo della misura di metri 3 x 3, di particolare estetica e funzionalità, nonché garantire la gratuità anche di suolo pubblico ed energia elettrica necessari.

Dal canto loro, le Associazioni assicureranno la massima affidabilità degli operatori partecipanti e soprattutto la più elevata qualità della merceologia in offerta, così da costituire anche e soprattutto evento di attrazione non solo commerciale ma anche turistica.

Come “seconda scelta”, istituzione di un nuovo mercato settimanale nella parte nord dell’Area di Risulta, sulla superficie destinata a parcheggio situata alle spalle della zona di partenza dei pullman (ex-deposito locomotive).

RIQUALIFICAZIONE MERCATO DI VIA DEI BASTIONI
E AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE ALLE ASSOCIAZIONI

Le Associazioni chiedono anche la completa ristrutturazione del mercato coperto di Via dei Bastioni, da attuarsi con architetture all’avanguardia, materiali di pregio e arredi di particolare qualità estetica.

Una volta garantita la riqualificazione, la relativa gestione dovrebbe poi essere affidata direttamente – a seguito di apposito bando pubblico – alla o alle Associazioni maggiormente rappresentative a livello nazionale.

Le Associazioni chiedono quindi un incontro urgente con il Sindaco Alessandrini, al fine di meglio esplicitare le proposte sopra indicate e concordare le azioni da intraprendere per la più rapida risoluzione delle problematiche esposte.

Print Friendly, PDF & Email