Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Commercialisti: firmata convenzione con la D’Annunzio per i tirocini formativi

Pescara. Commercialisti: firmata convenzione con la D’Annunzio per i tirocini formativi

Una nuova Convenzione quadro che regolamenta la possibilità di integrare il tirocinio nel corso degli studi universitari, come previsto dal Decreto legislativo 139 istitutivo dell’Albo unico tra dottori commercialisti e ragionieri.

È quella che è stata firmata, giovedì 3 dicembre nella sede della facoltà di Economia dell’università di Chieti-Pescara, congiuntamente dai direttori del Dipartimento di Economia Michele Rea, del Dipartimento di Economia Aziendale Augusta Consorti, dal presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Pescara Domenico Di Michele, dal vice presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Chieti Massimo D’Onofrio, dal consigliere delegato dell’Ordine dei Commercialisti di Lanciano Dina Fulvi Firmi, dal presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Vasto Francesco Pietrocola.

Tra gli obiettivi della Convenzione c’è quello di facilitare l’ingresso dei laureati nel mondo del lavoro e della professione grazie a un tirocinio formativo sul campo che consenta di apprendere al meglio le tecniche professionali.

«La stipula di questa nuova convenzione», afferma il presidente dell’Ordine dei Dottori commercialisti di Pescara, Domenico Di Michele, «è un passaggio estremamente importante per la nostra categoria. Essa fornisce l’opportunità di abbreviare significativamente la durata dei tempi d’accesso alla professione, con vantaggi evidenti per i giovani. La convenzione permetterà non solo di svolgere un tirocinio semestrale nel corso dell’ultimo anno del percorso di laurea triennale o magistrale, ma anche di avere l’esonero dalla prima prova dell’esame di Stato per l’accesso alla Sezione A (dottori commercialisti) o B (esperti contabili) dell’Albo; consentirà anche di realizzare percorsi formativi espressamente finalizzati all’accesso della professione di dottore commercialista e di esperto contabile. La convenzione siglata oggi in attuazione della nuova convenzione quadro avrà valenza su tutto il territorio nazionale. Al tirocinante, infatti, sarà possibile applicare la convenzione siglata dall’Università presso la quale risulta iscritto, ancorché la convenzione sia stata sottoscritta con un Ordine territoriale diverso da quello presso il quale il tirocinante chiede l’iscrizione per lo svolgimento del tirocinio. Questa intesa conferma quanto sia costante e proficuo il rapporto tra mondo della professione e il mondo accademico e come questo offra una soluzione concreta all’evoluzione del contesto economico per avvicinare il più possibile gli studenti e i giovani al mondo della professione».

Ci saranno condizioni differenti in base alla differente scelta di iscrizione alla sezione A (dottori commercialisti) o a quella B dell’Albo (esperti contabili).

Nel caso dei dottori commercialisti, i primi sei mesi si potranno svolgere durante l’ultimo anno della laurea magistrale, all’interno di uno studio professionale o comunque sotto la supervisione e il controllo di un professionista (definito tutor professionale) e con l’indicazione di un docente (tutor accademico).

Ai fini dell’iscrizione alla sezione B dell’Albo, invece, il tirocinio semestrale, sempre sotto la supervisione e il controllo del doppio tutor, si potrà iniziare durante l’ultimo anno del corso di laurea triennale. In entrambi i casi, non basterà essere all’ultimo anno di università per poter iniziare il tirocinio.

I direttori dei Dipartimenti che hanno sottoscritto la convenzione, Michele Rea e Augusta Consorti «esprimono grande soddisfazione e sottolineano che l’Università G.D’Annunzio offre da tempo una formazione completa, attraverso progetti didattici arricchiti da significative esperienze concrete per assicurare agli studenti una preparazione in linea con la richiesta sempre più elevata di qualificazione delle professioni intellettuali. Il nuovo accordo con gli Ordini della provincia di Pescara e Chieti va in questa direzione e ha il fine di formare giovani professionisti, commercialisti ed esperti contabili, con le competenze scientifiche e tecniche, per rendere più coerente e diretto il loro accesso al mondo professionale. Agevolare l’ingresso dei nostri laureati nel mondo del lavoro e delle professioni è una priorità, e la nuova Convenzione contribuisce in modo significativo al raggiungimento di questo obiettivo per noi strategico».

Print Friendly, PDF & Email