Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Cassa Integrazione, firmata proroga per dipendenti Somi Impianti

Pescara. Cassa Integrazione, firmata proroga per dipendenti Somi Impianti

E’ stato firmato questa mattina, nella sede dell’assessorato al Lavoro della Provincia di Pescara, l’accordo per la richiesta di proroga della Cassa Integrazione Guadagni in Deroga per 22 dipendenti della Somi Impianti srl, azienda Italiana specializzata nei montaggi e nelle demolizioni industriali, che ha la sua sede principale a San Valentino (Pescara). L’incontro e’ stato presieduto dall’assessore al Lavoro Antonio Martorella, dal dirigente del settore, Tommaso Di Rino, alla presenza di Claudio Zaccagnini, amministratore dell’azienda, del dr. Dino Di Norscia, commissario giudiziale, dei rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil, e della Confindustria di Pescara. Al termine di una lunga e partecipata discussione – informa una nota dell’assessorato al Lavoro – le parti hanno convenuto sulla decisione di richiedere al Comitato Cicas la proroga della CIG in deroga, di prossima scadenza (scadra’ infatti il 19 ottobre), fino al 31 dicembre. La richiesta e’ stata motivata dalla volonta’ di salvaguardare gli attuali livelli occupazionali e la continuita’ aziendale, prevista, altresi’, dalla procedura concorsuale e dalla relazione tecnica dell’azienda. Cosi’, prolungando tale ammortizzatore, si riuscira’ ad evitare il licenziamento immediato dei lavoratori e a tenere accesa la speranza di riavviare l’attivita’ aziendale per l’arrivo di nuove commesse. Le parti hanno anche stabilito di incontrarsi nuovamente presso la sede dell’assessorato subito dopo aver conosciuto gli esiti del Comitato CICAS, convocato per giovedi’ 17 ottobre. “La mediazione della Provincia – ha dichiarato l’assessore Antonio Martorella e’ servita almeno a scongiurare il licenziamento di 22 lavoratori. Personalmente giudico positivamente la decisione di tenere ancora in vita il rapporto con i dipendenti, sperando che l’arrivo di nuove commesse riesca a ridare fiato alla Somi e a sospendere la procedura di mobilita’”.

Print Friendly, PDF & Email