Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Camera di Commercio: ok a fusione con quella di Chieti+

Pescara. Camera di Commercio: ok a fusione con quella di Chieti+

Con alzata di mano e all’unanimita’ e’ stata votata la fusione tra la CCIAA di Pescara con la CCIAA di Chieti. La seduta del Consiglio camerale di Pescara si e’ appena conclusa, mettendo un punto ad un iter burocratico iniziato nell’aprile scorso. Un voto unanime finora unico in Italia tra le numerose Camere di Commercio in fase di accorpamento. “Oggi si volta pagina – ha dichiarato il presidente dell’Ente camerale pescarese, Daniele Becci – intendiamo dare un segnale forte, assumendo un impegno quanto mai importante a sostegno delle imprese del nostro territorio”. Una grande Camera di Commercio, con numeri apprezzabili: oltre 96 mila imprese ( Chieti 53.781 – Pescara 42.794 ) un territorio con estensione geografica ed una densita’ di popolazione tali da far assumere un peso considerevole a livello nazionale. “Oggi si segna un passaggio molto importante – ha detto il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini – con un atto concreto che permette di superare il mondo dei guelfi e dei ghibellini. Cio’ che e’ in ballo e’ l’idea di un’ ampia Camera di Commercio capace di imporsi sullo scenario italiano. Abbiamo la capacita’ di farcela, noi italiani in momenti di difficolta’ sappiamo tirare fuori il meglio”. Una sfida impegnativa la cui volonta’ e’ stata confermata anche da Silvio Di Lorenzo, presidente della CCIAA di Chieti. “La nostra Giunta camerale – ha dichiarato – ha deciso di fondersi con Pescara”. A sostenere il processo di fusione anche il presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco. “Ritengo che non si debba fare l’errore commesso in precedenza dalle Province. Credo nel grande senso di maturita’ che sta dimostrando la CCIAA di Pescara, con la quale mi complimento – ha commentato Di Marco – e rivolgo un incoraggiamento all’Ente di Chieti affinche’ si muova nella stessa direzione”. “Sosteniamo un importante atto deliberativo – ha detto il Sottosegretario Camillo D’Alessandro – perche’ l’input del Governo e’: o vi autoriformate o vi riformiamo. Le Camere di Commercio hanno un tesoro di dati, informazioni e competenze che va assolutamente supportato”. In collegamento telefonico, Claudio Gagliardi, Segretario generale di Unioncamere nazionale ha tenuto ad informare circa l’esito di un incontro tenutosi questa mattina al Ministero dello Sviluppo Economico. “Il Governo considera la linea dell’autoriforma come il giusto percorso che consentira’ di arrivare ad una legge piu’ rispondente alle esigenze che le Camere stanno esprimendo in questi mesi. L’idea di riforma che sta emergendo – ha precisato – e’ per un Sistema camerale piu’ efficiente e con nuove mission rispetto a quelle finora avute”.

Print Friendly, PDF & Email