Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Artigianato, workshop e performance nel centro storico

Pescara. Artigianato, workshop e performance nel centro storico

Un pomeriggio e una serata dedicati all’artigianato, ma non solo a questo, nel centro storico di Pescara. La manifestazione, intitolata Labo – Libero Accesso a Botteghe in Opera, si terra’ domenica 26 ottobre, dalle ore 16 alle 22, nel perimetro di Pescara Vecchia. E’ stata promossa dal Comune e organizzata dagli operatori del Consorzio Pescara Vecchia. Fabrizio D’Andrea, di Area Artigianato artistico, soggetto promotore di un nuovo concetto di artigianato locale la cui sede si trova in via delle Caserme, spiega che “nel corso del pomeriggio si terranno dei workshop e una serie di dimostrazioni pratiche per la presentazione di artisti e artigiani, e le performance si snoderanno tra via delle Caserme, corso Manthone’, via Flaiano, piazza Garibaldi” e riguarderanno la lavorazione di vari materiali, tra cui la pietra abruzzese della Majella. Questo e’ “uno dei primi appuntamenti nell’ottica della nuova idea che vogliamo lanciare del centro storico”, aggiunge Cristian Summa, presidente del Consorzio Pescara Vecchia. “Vogliamo sfruttare questo contenitore a tutte le ore” per cui nelle strade della movida serale si terra’ “un aperistreet, con cocktail e stuzzichini particolari, e tre locali faranno da sfondo ad attivita’ speciali, cioe’ corsi da chef per bambini, un corso per imparare a realizzare gli arancini siciliani e un servizio di baby club, per accogliere le famiglie”. I workshop (gratuiti, con posti limitati) saranno tenuti da Giuseppe Liberati, Arago Design, Alessia Fatone, Luigi D’Alimonte, George Reinking, Valter Zuccarini e Manuelita Iannetti. “Questa parte di citta’  ci coinvolge sempre di piu'”, commenta l’assessore a Turismo e Grandi Eventi Giacomo Cuzzi. “Domenica riprendera’ vita anche un’identita’ storica di Pescara vecchia, quella dell’artigianato. Con eventi belli e di qualita’  manteniamo accesi i riflettori su una parte del capoluogo adriatico che puo’ crescere ancora e in meglio”.

Print Friendly, PDF & Email