Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Ambiente ed economia: si apre la due giorni del Progetto Europeo Adriatic +

Pescara. Ambiente ed economia: si apre la due giorni del Progetto Europeo Adriatic +

Si apre la due giorni del Progetto europeo Adriatic + in programma venerdì 15 e sabato 16 luglio a Pescara, progetto che nasce per la valorizzazione dell’ambiente marino e di cui la Città di Pescara è capofila.
Stamane presso lo stabilimento Lido Beach l’illustrazione del programma della due giorni, a cura dell’assessorato alla Tutela del Mondo Animale, guidato da Sandra Santavenere, che si apre il 15 con l’arrivo dei partner da Slovenia, Montenegro e Croazia ed altre regioni italiane. L’attività è realizzata nell’ambito del progetto di capitalizzazione Adriatic Plus finanziato dal programma IPA Adriatic CBC 2007/2013 ed è parte delle attività di sensibilizzazione che il territorio rivolge alla politica di salvaguardia e conservazione dell’ambiente marino. Il progetto Adriatic Plus entra così nel vivo, ha avuto inizio a Maggio e terminerà a Novembre 2016 e porrà in essere una serie di iniziative con l’obiettivo di condividere esperienze di gestione dell’ambiente marino e costiero nel bacino dell’Adriatico al fine di migliorare lo stato di salute del mare Adriatico, affrontare il problema della qualità ambientale con riferimento agli ecosistemi marino, costiero e terrestre, attraverso una cooperazione macro-regionale, al fine di garantire il benessere economico e sociale delle comunità.

“Entriamo nel vivo di Adriatic + Coast Day, un grande appuntamento dedicato al mare – spiega l’assessore Sandra Santavenere – Si svolgerà fra workshop, seminari, dibattiti, attività di educazione ambientale in cui saranno protagoniste varie associazioni che operano sul territorio: da WWF a Legambiente, fino a Marevivo, presenti sia all’Adriatic+ Village che sarà ubicato nei pressi del Porto, zona Madonnina e sia ai workshop tematici in programma nel pomeriggio all’Aurum e al dibattito serale. Da venerdì 15 luglio arriveranno a Pescara i partner del progetto che lavoreranno insieme con l’obiettivo di creare un osservatorio per l’adozione di misure per attenuare le minacce alla biodiversità marina e costiera, capitalizzando i risultati raggiunti da cinque progetti già finanziati dal programma Adriatic IPA CBC 2007-2013. “È importante costruire una rete ed essere uniti perché crediamo nella costruzione di una sinergia e nei vari incontri con i partner si parlerà delle attività messe in campo fino ad oggi. Sabato 16 luglio inizieremo l’Adriatic+ Coast Day nel Village di Adriatic + insieme ad alcune associazioni tra cui Marevivo, Legambiente e WWF. Distribuiremo 3.000 posaceneri tascabili e avvieremo insieme a MAREVIVO un’attività di sensibilizzazione alla pulizia delle spiagge. Alle ore 12 lanceremo l’hashtag #insiemeperilmare con le associazioni e i cittadini che si troveranno in spiaggia a quell’ora. Nel pomeriggio si proseguirà con workshop tematici all’Aurum, alle ore 20 all’Arena del Mare parleremo della “Tutela della biodiversità” insieme a Mario Mazzocca, Sottosegretario alla Presidenza della Regione Abruzzo con delega all’Ambiente, Capitano di Vascello Enrico Moretti della Direzione Marittima dell’Abruzzo e Molise, Giovanni Damiani dell’Agenzia Regionale Tutela dell’Ambiente Abruzzo e Vincenzo Olivieri del Centro Studi Cetacei Onlus. La Mannoia, sensibile a queste tematiche, coronerà come ospite l’evento di Adriatic+ Coast Day e attraverso la sua musica sabato intorno alle 23 all’Arena del Mare avremo un momento di grande riflessione sul rispetto dell’ambiente, in particolare sul mare, la cui salvaguardia dipende da ciascuno di noi. Ognuno di noi rappresenta una goccia e tante gocce insieme possono fare la differenza per quello che è il nostro elemento costitutivo”.
La Mannoia da sempre ha avuto una propensione spiccata per l’ambiente nelle sue canzoni, in cui ha diffuso la cultura del rispetto per il pianeta. La presenza della Mannoia è stata voluta dall’Assessore alla Tutela del Mare Sandra Santavenere per dare un messaggio chiaro sulla tutela delle nostre acque: “Nelle sue canzoni mette voce, faccia e cuore – continua l’assessore Santavenere – con vere e proprie campagne di sensibilizzazione sugli effetti devastanti dei cambiamenti climatici sulla specie viventi, dalla flora alla fauna, sugli ecosistemi agresti, marini, montani, lacustri e sulla popolazione globale”.
La Città di Pescara, attraverso l’artista, intende lanciare un messaggio di sensibilizzazione per la salvaguardia del mare. Nelle sue interviste la cantante ha sempre dichiarato: “Ci comportiamo come se il Pianeta appartenesse soltanto a noi ma dimentichiamo che siamo soltanto di passaggio. La nostra responsabilità è di fornire alle generazioni future un mondo migliore, affinché possano goderne la bellezza. Sfortunatamente il dono della natura è stato distrutto da noi umani che come Attila distruggiamo tutto quello che incontriamo sul nostro cammino. Adesso possiamo e dobbiamo combattere affinché ognuno si assuma le sue responsabilità e agisca secondo coscienza per non distruggere quello che abbiamo”.

“Ringrazio il Comune di Pescara che ci ha reso partecipi di questa iniziativa – ha detto Paola Barbuscia, presidentessa dell’associazione Marevivo, i cui volontari effettueranno un’attività di sensibilizzazione alla pulizia delle spiagge, ha parlato dei danni dell’inquinamento nel mare – Noi interverremo per una raccolta simbolica di cicche di sigarette, un piccolo gesto, che salvaguardia l’ambiente che impiega cinque anni per smaltire tali rifiuti. Riteniamo che questo sia un grande segno di civiltà e soprattutto un grande passo in avanti non solo nei riguardi del mare. Dobbiamo difendere il mare anche da plastica e microplastica. C’è una grandissima isola di plastica nel Pacifico della quale non si riesce a trovare soluzioni. Un grande problema per un’isola grande come la Francia. Anche sulle nostre coste c’è plastica spiaggiata. Grazie al Comune e agli altri partner coinvolti in questo progetto per averci coinvolti in questa operazione di informazione e sensibilizzazione”.
Il presidente del Centro Studi Cetacei Onlus, Vincenzo Olivieri, ha parlato del rilascio delle tartarughe in programma nel pomeriggio di venerdì 15 luglio con i partner europei.

Print Friendly, PDF & Email