Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara, aeroporto: riprende quota il collegamento per Toronto

Pescara, aeroporto: riprende quota il collegamento per Toronto

Non ora, ovviamente, visto che la compagnia Air Transat ha deciso lo stop quattro mesi fa, ma all’inizio del 2013. Parola di Lucio Laureti, presidente della Saga, a dir poco arrabbiato per le accuse rivoltegli dal gruppo del Pd alla Provincia, guidato da Antonio Di Marco. Questi ha disegnato un quadro a tinte fosche della situazione dell’aeroporto, a cominciare dal volo con Toronto soppresso a marzo: «Laureti dice il falso – attacca Di Marco – quando afferma che è stato soppresso anche il volo dell’Air Transat per Lamezia Terme. Abbiamo verificato con Assoaeroporti, fonte ufficiale, che il volo non è mai stato cancellato, ci ha rimesso invece solo Pescara e soprattutto la grande comunità degli abruzzesi che vivono a Toronto e che è costretta a fare scalo a Roma prima di tornare nella propria terra». Di Marco, inoltre, contesta a Laureti i dati sul trend del traffico passeggeri di qui a fine anno: «I numeri smentiscono Laureti perché dal +43 per cento di gennaio siamo crollati al +7 complessivo del primo semestre e di questo passo chiuderemo il 2012 col segno meno». Laureti prima si arrabbia, poi recupera l’aplomb e svela i piani della Saga: «Dopo la perdita del Pescara-Toronto non siamo stati a dormire, anzi, abbiamo tenuto vivo il rapporto con la compagnia e posso annunciare che il volo tornerà nel 2013. I numeri in calo e la crisi petrolifera non consentono all’Air Transat di fare due voli distinti settimanali in Italia. Per questo motivo vi sarà un collegamento unico Toronto-Pescara-Lamezia Terme». Nel frattempo, la Saga stringe i tempi con Alitalia per due progetti: «Il primo è attivare almeno altri due collegamenti internazionali attraverso triangolazioni di voli con gli scali romani, più Ciampino che Fiumicino, e di proporre, ovviamente, pacchetti turistici complessivi appetibili per il turista vero, quello che ci interessa maggiormente per fare incoming, cioè turismo in entrata. Il secondo progetto in ballo con Alitalia è ricucire il rapporto con AirOne Tecnique per recuperare l’hangar, fermo ormai da quattro anni».
Da il Tempo

Print Friendly, PDF & Email