Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaOricola, Coca-Cola: porte aperte allo stabilimento rinnovato

Oricola, Coca-Cola: porte aperte allo stabilimento rinnovato

In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, domani, Coca-Cola HBC Italia apre al pubblico, con visite riservate alle scuole al mattino, lo stabilimento di Oricola e tutti i suoi altri impianti in Italia con l’iniziativa “Aperti per te – Ogni giorno lo dedichiamo all’ambiente, entra nel mondo Coca-Cola” presentando i dati del Rapporto Socio-Ambientale 2011, un resoconto sulle principali attivita’ svolte dall’azienda in quattro ambiti chiave: luogo di lavoro, ambiente, mercato e comunita’, disponibile da domani sul sito internet creato ad hoc www.lanostraricetta.it http://www.lanostraricetta.it “Siamo orgogliosi di annunciare, proprio in questa occasione, che entro l’autunno entrera’ in funzione il nuovo impianto di cogenerazione della potenza di 3MW, il secondo realizzato dall’azienda dopo quello di Nogara, che ci consentira’ di incrementare ulteriormente l’efficienza energetica gia’ a livelli ottimali” ha dichiarato Paolo Lonardi, Direttore dello stabilimento Coca-Cola HBC Italia di Oricola. “Attenzione verso l’ambiente, sicurezza ed efficienza dei dipendenti, sono tra le principali qualita’ del nostro stabilimento, in cui lavorano persone provenienti da un territorio che abbraccia tutto il centro Italia dall’Adriatico al Tirreno”.  Dal Rapporto emerge che Coca-Cola HBC Italia ha ridotto nel triennio 2009-2011 i consumi idrici del 7% per un litro di bevanda prodotta e del 9% per un litro di acqua minerale imbottigliata. Da sempre impegnata a tutelare il territorio in cui opera, l’azienda ha realizzato numerosi interventi per favorire le riserve idriche locali e ha in programma di investire 200.000 euro in nuove tecnologie destinate al recupero dell’acqua per il lavaggio dei filtri nei suoi impianti produttivi, che si potra’ cosi’ riutilizzare, consentendo un ulteriore risparmio. Anche sul fronte energetico si registra un contenimento dei consumi diminuiti nel triennio 2009/2011 del 9% per litro di bevanda prodotta e del 21% per l’imbottigliamento di un litro di acqua minerale. In questo settore l’azienda ha investito, dal 2008 ad oggi, 3 milioni e 900 mila euro. 
   L’attenzione di Coca-Cola HBC Italia si e’ concentrata negli ultimi anni sulle energie alternative: ad oggi sono cinque gli stabilimenti, tra cui Oricola, dotati di pannelli fotovoltaici che consentono una riduzione di 1,68 tonnellate di CO2 non immesse in atmosfera. In programma nel 2012 l’installazione di due nuove strutture anche a Elmas (CA) e Rionero (PZ). In campo di cogenerazione, l’azienda, oltre ad Oricola, ha gia’ in funzione dal 2010 un impianto presso lo stabilimento di Nogara (VR), un terzo e’ allo studio a Marcianise (CE). Grazie all’utilizzo di fonti alternative e ad attivita’ mirate per limitare i consumi energetici, come ad esempio l’adozione di vetture destinate alla flotta aziendale a basso impatto ambientale, nel 2011 Coca-Cola HBC Italia ha diminuito complessivamente di 738 tonnellate le emissioni di CO2 immesse in atmosfera.

Print Friendly, PDF & Email