Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'industrialeNORME IN MATERIA DI QUALITÀ E GESTIONE AMBIENTALE NELLE PMI

NORME IN MATERIA DI QUALITÀ E GESTIONE AMBIENTALE NELLE PMI

Confindustria Regionale, con una lettera del presidente Barabaschi, ha fatto il punto sulla L.R. 99/99 – Norme in materia di qualità e gestione ambientale nelle PMI – per auspicare un innalzamento dei fondi destinati alla medesima legge. Infatti, poiché si è riscontrato un notevole consenso da parte delle PMI abruzzesi che hanno aderito numerose, risulta urgente intervenire affinché si approvi, in sede di variazione di bilancio, un aumento degli stanziamenti di fondi per la Legge Regionale n. 99/99 sulla Qualità. Solo così, infatti, potranno essere soddisfatte le numerose aziende che, in caso contrario, vedrebbero svanire il proprio investimento.

Considerato il numero totale delle pratiche ritenute finanziabili (712), lo stanziamento dei fondi necessari a soddisfare tutti i progetti dovrebbe ammontare ad una cifra sicuramente superiore ai dieci miliardi, quindi più del doppio di quelli attualmente disponibili (2,1 MD + 1,9 MD).

Si deve considerare, inoltre, che il 30 Giugno ed il 31 Dicembre del 2000 sono scaduti i termini per le ulteriori domande (circa 100 che il Comitato dovrà a breve valutare e che saranno oggetto di un’ulteriore graduatoria), mentre un successivo termine di scadenza è fissato per fine Giugno del 2001.

 

SUBITO LA RIATTIVAZIONE DELLA L.266/97 PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE

Interpretando le richieste numerose e pressanti delle imprese associate, Confindustria Abruzzo ha presentato formale richiesta all’Assessore al Lavoro della Regione Abruzzo, Leo Orsini, affinché sia immediatamente “riattivata” la L.266/97 (art.20) che prevede incentivi alle imprese (con meno di 250 dipendenti) per l’assunzione di dirigenti disoccupati.

Il provvedimento, che negli anni passati ha già avuto una buona applicazione in Abruzzo risolvendo, tra l’altro, delicate situazioni occupazionali, era gestito dall’Agenzia Regionale per l’Impiego con la quale la Federazione, in ottemperanza alla stessa legge, aveva stipulato regolare convenzione tuttora in vigore.

A seguito della riforma dei servizi all’impiego, con il venir meno dell’Agenzia Regionale per l’Impiego, la legge ha comunque trovato applicazione fino al 31 dicembre 2000 grazie ad una delibera della Giunta Regionale d’Abruzzo che trasferiva temporaneamente le competenze di gestione ad Abruzzo Lavoro.

Attualmente, cessato tale affidamento temporaneo, non è stato individuato alcun organismo competente a gestire la legge che, diversamente dalle altre regioni d’Italia, in Abruzzo non può essere applicata a causa di un grave “vuoto” normativo-burocratico.

La proposta rivolta all’assessore chiede l’emanazione urgente di una nuova delibera che trasferisca le competenze di gestione ad Abruzzo Lavoro o ad un servizio dell’Assessorato,

Probabilmente, allo scopo sarebbe sufficiente un semplice atto dirigenziale per dotare l’Abruzzo di uno strumento sicuramente utile, sia per le dinamiche produttive, che per quelle occupazionali.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi