Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaMorino. Nella Valle del Liri nasce il contratto di fiume e del paesaggio

Morino. Nella Valle del Liri nasce il contratto di fiume e del paesaggio

Si è tenuto ieri, 17 dicembre 2014, presso la sede della Riserva naturale Zompo lo Schioppo a Morino, per iniziativa del Comune di Morino un incontro preliminare per il “Contratto del fiume e del paesaggio della Valle del Liri” nell’ambito del Progetto “FareAmbienteRuraleEcoattivo di cui il Comune di Morino è l’Ente capofila.

All’incontro, presieduto dal Presidente del Consiglio Comunale del Comune di Morino Luca Pagliaroli, hanno partecipato i sindaci dei comuni interessati, il presidente del Consiglio Regionale Arch. Giuseppe Di Pangrazio, l’Assessore alla Provincia dell’Aquila, Domenico Palumbo

Il progetto è finanziato con il Fondo Leader del Piano di Sviluppo Rurale dell’Abruzzo per il periodo 2007-2013, tramite il Gruppo di Azione Locale “Gran Sasso Velino”.

Per l’attuazione del progetto, il Comune di Morino, Sindaco Roberto D’Amico, e la Riserva naturale Zompo lo Schioppo, hanno messo a disposizione la risorsa per coinvolgere l’intera Valle del Liri. Il comprensorio di analisi progettualità e programmazione è ricompreso dalle sorgenti di Cappadocia fino a Balsorano, nell’ambito del territorio della Regione Abruzzo. Nel territorio individuato saranno sviluppate progettualità e programmazione in cui saranno sperimentate politiche di coesione che portino ad uno sviluppo innovativo e di alte valenze qualitative ambientali, paesaggistiche, sociali ed economiche.

Durante l’incontro è stato illustrato il progetto che ricalca il modello gestionale dei contratti di fiume, che diversi comprensori fluviali stanno adottando anche in Abruzzo. La redazione del contratto sarà un percorso organizzativo e partecipativo ed avrà come risultato un sistema di progettualità e regole condivise per l’individuazione di soluzioni efficaci alla salvaguardia e alla crescita economica della Valle del Liri attraverso interventi di protezione e tutela ambientale e delle acque, paesaggistica, di difesa del suolo, e di sviluppo delle attività economiche locali.

All’incontro i comuni interessati hanno dato la loro adesione di massima che verrà formalizzata nei prossimi giorni e proposta pubblicamente con un convegno nel corso del prossimo mese di Gennaio.

Print Friendly, PDF & Email