Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraMontesilvano. I commercianti: cambiamo il progetto del centro commerciale

Montesilvano. I commercianti: cambiamo il progetto del centro commerciale

«Montesilvano non può sprecare la riqualificazione di una parte importante della città solo per realizzare una piazza e un centro commerciale. Trasformiamo questa riqualificazione in una grande occasione di crescita qualitativa di Montesilvano e dei servizi che offre a cittadini e turisti».Lo ha affermato Gianni Taucci, direttore provinciale di Confesercenti, nell’incontro tenuto presso il municipio fra una delegazione di commercianti dell’associazione Montesilvano nel Cuore, rappresentata da Gianluca Di Domizio, Gianfranco Costantini, Cristian Maione e Jonathan Di Donato, e il Comune di Montesilvano, per il quale erano presenti l’assessore all’urbanistica Adriano Chiulli ed il dirigente Bruno Celupica. «Nella nostra idea – hanno detto i commercianti – la nuova urbanizzazione deve dare a Montesilvano un nuovo cuore pulsante, una strada giardino che unisca il mare al cuore commerciale della città su modelli prestigiosi come la rambla di Barcellona, viale Ceccarini di Riccione, corso Umberto di Pescara. Apprezziamo lo sforzo profuso dall’amministrazione nel cercare di rilanciare il completamento del quartiere tecnicamente chiamato PP1, ovvero tutte quelle aree racchiuse nel quadrilatero mare-ferroviaiale Europa-fiume Saline» hanno spiegato i commercianti, «e apprezziamo in particolare la scelta di riportare il commercio nella futura piazza. Ma senza alcun pregiudizio ideologico, il progetto che ci è stato presentato è da bocciare. Per Montesilvano c’è bisogno – hanno detto i rappresentanti dei commercianti – di un nuovo polo commerciale con la presenza di piccole attività, una strada che faccia proseguire il camminamento dal mare verso corso Umberto, aiutando così la realizzazione di un grande centro commerciale naturale che dalla spiaggia, passando per la piazza, si congiunga con il corso più importante della città». Per questo la delegazione ha chiesto all’assessore un impegno preciso: «Non è più rinviabile la riqualificazione del tratto di unione da corso Strasburgo a piazza Beni con corso Umberto, operazione fondamentale affinché la nuova area non venga vissuta come un quartiere a se». Taucci e gli altri partecipanti hanno inoltre chiesto di modificare il nome della piazza: «Se questo spazio è destinato, come immaginiamo, ad avere un ruolo centrale nella vita dei montesilvanesi e dei turisti, chiediamo che le si dia un nome diverso, chiamandola piazza Italia o dedicandola ad una personalità italiana». Il «no» al progetto del centro commerciale e la proposta di edificare piccoli spazi commerciali verranno ora inviati a tutti i consiglieri comunali di Montesilvano.

Print Friendly, PDF & Email