Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraMontesilvano. Belle Arti allo Stella Maris: c’è la firma del Ministro Giannini

Montesilvano. Belle Arti allo Stella Maris: c’è la firma del Ministro Giannini

Creare un centro di altissima specializzazione nel mondo dell’arte, con una sede distaccata dell’Accademia delle Belle arti di Roma, all’interno della ex colonia Stella Maris di Montesilvano: firmato ieri il protocollo d’intesa per il rilancio e la riqualificazione della struttura. A suggellare la sottoscrizione il ministro Stefania Giannini, ieri in Abruzzo. L’intesa è stata sottoscritta dal Comune, con il sindaco Francesco Maragno, dalla Regione, con l’assessore al Bilancio, Silvio Paolucci, dalla Provincia, con il presidente Antonio Di Marco, e dall’Accademia delle belle arti, con la direttrice Tiziana D’Acchille. “Il mio compito è di suggellare questa firma e benedirla con tutta la convinzione della bontà e dei benefici di questo progetto – ha detto il ministro – Ho valutato sin da subito positivamente i contenuti e il valore culturale di questo progetto che consente alla Stella Maris di trovare la sua ideale destinazione nel segmento di secondo livello di formazione. Tutto questo è stato possibile grazie al confronto diretto con la senatrice Federica Chiavaroli e alla filiera di collaborazione dei tre livelli, Regione, Provincia e Comune, uniti e determinati nel raggiungere questo obiettivo”. Polemico il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, secondo cui “è evidente che qui c’è qualcuno che mente ai cittadini, perché il progetto mandato in appalto dal presidente della Provincia è incompatibile con la destinazione della struttura. Quel progetto – dice Sospiri – prevede infatti la realizzazione di un ostello-colonia marina con 100 posti letto, ovvero camerette con bagni, servizi, un centro ristoro e bar, nulla a che vedere con la predisposizione di aule per un’Accademia”. “A questo punto – aggiunge – costringeremo le istituzioni a un’operazione verità promuovendo un confronto pubblico e mostrando ai cittadini le carte fino a oggi firmate e sottoscritte da Provincia e Regione su un progetto che al momento è irrealizzabile”.

Print Friendly, PDF & Email