Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaMondo. Elusione fiscale internazionale: le multinazionali con le spalle al muro. Dovranno pagare il fisco nei paesi in cui operano

Mondo. Elusione fiscale internazionale: le multinazionali con le spalle al muro. Dovranno pagare il fisco nei paesi in cui operano

Amazon, Google, Facebook e centinaia di altre: multinazionali dai nomi conosciuti a tutti… fuorchè al fisco italiano, visto che finora le tasse le avevano pagate sì, ma non seguendo i dettami dei paesi in cui operavano. Succedeva dunque che, grazie a sapienti manovre fiscali internazionali, le grandi multinazionali sfuggivano al controllo dell’erario pubblico, andando magari a pagare cifre irrisorie rispetto, invece, ai ricavi procuratesi nel Bel Paese. Un esempio? Nel 2012 Amazon ha versato nelle casse italiane meno di un milione di euro, Google 1,8 milioni, Facebook addirittura 132 mila euro.

Domani a Lima si getteranno le basi per contrastare definitivamente l’elusione internazionale delle multinazionali: l’occasione è il G20, il summit internazionale in cui si discuterà dei risultati del progetto Beps (base erosion and profit shifting): secondo i calcoli dell’Ocse, le azioni di queste multinazionali sottraggono agli stati produttori di ricchezza tra i 100 e i 240 miliardi di dollari l’anno.

Il piano di cui si discuterà a Lima non sarà unico, dovrà essere implementato dai singoli stati. Ma quello che è successo negli ultimi anni, con il crollo imprevisto e improvviso del segreto bancario, dimostra che gli stati hanno tutto l’interesse a dare applicazione a queste disposizioni per evitare emorragie di gettito ormai non più sostenibili.

Print Friendly, PDF & Email