Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaMarsica. Cam: appaltati 13milioni di lavori per la depurazione

Marsica. Cam: appaltati 13milioni di lavori per la depurazione

Anno 2016 nel segno della depurazione nella Marsica, dove il Cam ha appaltato –in tempi record- lavori per 12.179.064,97 (11.240.424 fondi FSC; 938.639 Cam) finalizzati all’adeguamento, potenziamento o realizzazione di nuovi impianti a servizio di dodici Comuni. Gli interventi -racchiusi in 11 schede- targati Consorzio Acquedottistico Marsicano passeranno alla fase operativa entro la fine di febbraio, al termine delle procedure di legge, con conclusione dei lavori prevista entro la fine dell’anno. Il 2016, quindi, segnerà un deciso passo in avanti per il sistema idrico integrato della Marsica, in particolare nel delicato settore della depurazione dove la governance del Cam è impegnata su più fronti per dar vita a un sistema al top.
I tempi medi per la realizzazione dei lavori ad Avezzano (adeguamento Pozzillo, 1.569.125 euro), Tagliacozzo (adeguamento impianto, 2.364.629), Trasacco (adeguamento impianto, 1.794.632), Carsoli (adeguamento, 1.232.676), Celano (adeguamento Rio Pago, 2.087.264), Gioia-Lecce-Ortucchio (potenziamento impianto, 1.647.101), Capistrello (Santa Barbara, 749.786), Morino, (adeguamento Morino-Rendinara, 181.591), Ortona dei Marsi (refe fognaria e impianto Ortona-Aschi, 149.644), Cappadocia (collettore fognario Camporotondo-Cappadocia, 402.612), infatti, è di 252 giorni.
“I nuovi impianti”, ha affermato in conferenza stampa l’amministratore delegato del Cam, l’ingegnere idraulico Giuseppe Venturini, “oltre a dare una spinta decisa al lavoro di efficientamento del sistema depurativo del territorio marsicano, con evidenti ricadute positive sull’ambiente, la salute e l’agricoltura, produrranno effetti concreti anche sull’occupazione”. Sulla stessa lunghezza d’onda il consigliere di gestione, il consulente d’azienda, Armando Floris: “l’obiettivo del Consorzio Acquedottistico Marsicano”, ha aggiunto, “è quello di sviluppare azioni sinergiche concrete per diventare un modello di efficienza”. In quest’ottica il Cam presieduto da Paola Attili sta lavorando ad ampio raggio per ridurre i costi, alzare l’asticella dei servizi agli utenti e mettere i conti in ordine.

Print Friendly, PDF & Email