Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaLNGS: successo nella spettrometria di massa

LNGS: successo nella spettrometria di massa

Piena soddisfazione ai LNGS per l’impiego dello spettrometro di massa ad alta risoluzione

 

 (ICPMS, Inductively coupled plasma mass spectroscopy), a disposizione dal giugno 2010 del Servizio di Chimica e Impianti Chimici (SC-IC) nei Laboratori di Assergi. Quattro borsisti, laureandi e laureati in materie tecnico-scientifiche, hanno acquisito le conoscenze necessarie per eseguire analisi di elementi in tracce mediante spettrometria di massa quadrupolare e ad alta risoluzione; la loro attività ha prodotto già i primi risultati. “In particolare – spiega Stefano Nisi del Servizio di Chimica e Impianti Chimici – Angela Cardarelli, borsista per l’esperimento ERMES, ha eseguito misure che hanno fornito un contributo fondamentale in alcuni lavori già pubblicati o in via di pubblicazione. Anche il lavoro di Maria Laura Di Vacri ha dato un grosso aiuto all’esperimento CUORE. Infatti, la parte americana della collaborazione, responsabile dei cristalli di TeO2 attualmente in produzione, ha ufficialmente chiesto ai LNGS di continuare il controllo della qualità.
La tecnica di trattamento del campione messa a punto ai LNGS, unita all’utilizzo dello spettrometro di massa ad alta risoluzione, ha permesso di migliorare la sensibilità della misura di due ordini di grandezza. I risultati sono stati presentati alla poster session di European Winter Conference on Plasma Spectrochemistry 2011 di Saragozza, evento molto importante nel settore, e saranno pubblicati a breve sotto forma di articolo”.
“Le misure di controllo che sta eseguendo Nicoletta De Gregorio – prosegue Nisi – stanno dando importanti informazioni agli esperimenti GERDA e BOREXINO. La procedura sviluppata da Marco Ferrante per la misura della contaminazione radioattiva dei circuiti stampati nell’ambito dell’esperimento GERDA molto probabilmente sarà utilizzata anche per l’esperimento Dark Side, che ha trovato l’applicazione di grande interesse”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi